Interessante

Conosci tutto prima di acquistare un giradischi

Nonostante lo streaming e il consumo di musica online tramite il formato MP3, il vinile ha registrato una rinascita di interesse negli ultimi anni. Se l'ascolto di un disco richiede più maneggevolezza e attrezzatura rispetto a una semplice playlist, il suono di un vinile su un giradischi di buona qualità rimane incomparabile. Per sceglierlo puntate su tutti i buoni motivi per adottare un telaio e sulle diverse caratteristiche.

Cosa sapere prima di acquistare un giradischi

Perché acquistare un giradischi?

Nell'era della musica e dello streaming ad alta definizione, i giradischi possono essere fuori moda, ma continuano ad attrarre. In effetti, hanno una serie di vantaggi, tra cui:

  • La diffusione di a suono di registrazione analogico, particolarmente apprezzato dagli audiofili. In effetti, questo mezzo non fornisce una firma sonora incomparabile a nessun altro. Il vinile rende così l'ascolto più musicale e attivo, se non più piacevole.
  • Un altro rendering caldo, spiegato dal " padronanza »Prodotto dagli studi.
  • Estetica dischi in vinile: design in tutto e per tutto, danno una dimensione "materica" ​​alla musica, senza contare che questi supporti sono oggetti vintage per eccellenza.
  • Riscoperta vecchi dischi.
  • Connessione alla musica: più effetti ed emozioni rispetto all'ascolto smaterializzato.

Giradischi: le caratteristiche

Prima di investire in un giradischi, è importante avere un'idea di base dei suoi vari componenti. Questo strumento generalmente include:

  • Un vassoio dedicato ad accogliere il vinile. La sua rotazione garantisce la lettura del disco. È dotato di un braccio antistatico e un tampone di gomma.
  • Lo stilo o "ago" del giradischi è la parte del dispositivo a contatto con il vinile. Si trova generalmente in una cartuccia contenente il piccolo motore elettrico.
  • Il braccio articolato può essere azionato manualmente o automaticamente. Alla fine della lettura, si solleva automaticamente per tornare al suo posto.
  • La base del giradischi contiene circuiti interni così come i suoi vari componenti. Questa parte è disposta su piedini antiurto in modo da stabilizzare il disco durante la riproduzione.

Diversi tipi di giradischi: cosa scegliere?

I mazzi si differenziano per allenamento, gestione della velocità e funzioni integrate:

  • L'allenamento: diretto o da cintura

I giradischi sono classificati in due categorie in base alla loro tecnica operativa. La differenza sta nella loro modalità di funzionamento e nella loro composizione:

  • Il giradischi a trasmissione diretta hanno una velocità di lavoro costante e non necessitano di alcuna regolazione. I fan dello “scratching” analogico li apprezzeranno senza dubbio. Seducono dal avviare e ilfermare quasi istantanee il piatto e quindi la riproduzione del disco. D'altra parte, questi modelli offrono una velocità di lettura stabile;
  • Il giradischi con trasmissione a cinghia visualizzare un motore sul lato del dispositivo. Questa versione è apprezzata per i suoi lettura morbida, privo di vibrazioni parassitarie o scatti. Fornisce quindi un effetto sonoro più preciso e leggero.
  • Gestione della velocità: manuale o automatico

Man mano che i deck diventano più efficienti, visualizzano meno pulsanti, incluso On / Off. Sui giradischi hi-fi di prima qualità, la velocità è regolata manualmente, mentre è automatica sulle versioni più avanzate.

  • Funzioni: Bluetooth o USB

Una tendenza negli anni 2000, soprattutto per la conversione di vecchi dischi in file digitali, USB ha perso la sua nobiltà con l'avvento del Bluetooth. Solo pochi anni fa, questa nuova tecnologia è ormai comune in altoparlanti wireless. I deck che ne sono dotati sono in grado di lanciare il suono direttamente su di essi.

Gli altri tipi di piatti

Altri tipi di giradischi non sono mai passati di moda, anche i must per i puristi della musica:

  • Il mangiatore di dischi

Questo è probabilmente il modello di lettore più antico. Per essere riprodotto, il disco in vinile viene inserito nello slot del dispositivo. Dotato di altoparlante integrato, solitamente si distingue per il suo colore arancione o giallo;

  • Il giradischi semiautomatico

Oltre ai giradischi manuali e automatici, sono in aumento anche i giradischi semiautomatici. Il loro funzionamento è uguale a quello degli altri modelli. Per spegnerli è sufficiente sollevare il braccio prima di riportarlo nella posizione iniziale;

  • Il giradischi portatile

Simile a una vecchia valigetta, ospita l'amplificatore integrato, il jack per cuffie dedicato e il jack ausiliario per gli altoparlanti.

Platino vintage o revival platino: cosa scegliere?

L'importante è trovare quello che cerchi concentrandoti su un supporto in linea con i tuoi desideri. Il commercio ora offre giradischi contemporanei con un design futuristico o vecchie ristampe. È anche possibile trovare nuovi giradischi dal look retrò, dotati, tra le altre cose, di un piano in legno laccato.

Acquistare un giradischi: punti da controllare

Prima dell'acquisto definitivo, è importante testare l'attrezzatura e verificare alcuni punti:

  • Il pulsante di accensione: da testare prima;
  • I pulsanti Start & Stop: assicurati che l'effetto sia istantaneo;
  • Lo strobo: permette di valutare le condizioni del motore, ruotando così il piatto. Fallo girare a 33 rpm mantenendo il passo a 0;
  • I pulsanti basculanti: permettono di passare da 33 rpm a 45 rpm. Assicurarsi che siano funzionali;
  • Il braccio : assicurati che sia in buone condizioni;
  • Il pulsante di cambio tono: serve per gestire la% di regolazione. Testarlo preventivamente per valutare la reattività del materiale;
  • La luce dal solco all'estremità del diamante;
  • Il fader della tonalità: posizionalo su O per verificare che sia dentellato. Si avverte così un piccolo ticchettio;
  • Di solito vengono fornite celle di lettura e rombi. Tuttavia, la loro condizione rimane difficile da valutare, il che spesso giustifica un rinnovo.

Indica lo spessore di un disco in vinile

La maggior parte dei nuovi album, specialmente quelli di etichette indipendenti, sono perfettamente prodotti e offrono una buona qualità del suono. Diversi nuovi dischi mostrano un adesivo che ne indica lo spessore di "180 grammi". Vale a dire, un vinile più spesso è meno degradabile di un modello più sottile.