Interessante

Come e quando lavare il tuo gatto: 6 consigli

Il gatto è un felino che ama la pulizia. Di solito si pulisce da solo usando la sua lingua ruvida. Tuttavia, in alcune situazioni è necessario un bagno. D'altra parte, questa piccola palla di pelo non è sempre facile da pulire perché non ama l'acqua. Ecco alcuni suggerimenti utili per rendere le cose più facili per il tuo maestro.

Lava il tuo gatto

È essenziale lavare il tuo gatto?

Il gatto è un felino della sua stessa natura. Di solito, non ha bisogno di un bagno tutti i giorni, come fa il suo bagno. Questo animale a quattro zampe ha infatti una lingua roca composta da sottili papille appuntite. Questo organo gli permette di lavarsi adeguatamente ogni giorno. Se vive in un ambiente sano, il bagno del gatto non è essenziale.

Quando fare il bagno al tuo gatto?

Tuttavia, ci sono situazioni in cui è necessario fare il bagno al tuo gatto imperativo, specialmente quandoha un cattivo odore o quando i suoi capelli sono sporchi e che le sue leccate non bastano più per farle sparire. Ecco altri casi in cui un gatto deve essere lavato:

  • Dopo aver camminato fuori, i suoi capelli sono coperti di polvere o fango.
  • Quando l'animale ha ricevuto sostanze irritanti o tossiche sui suoi capelli. Questi prodotti possono essere detergenti, pesticidi o oli.
  • Se il gatto è malato, è essenziale lavarsi, ad esempio in seguito a diarrea o vomito.
  • Se partecipa a mostre e concorsi di gatti, si raccomanda vivamente di mantenere i suoi capelli in modo che sia presentabile.
  • Quando il gatto è infestato dalle pulci, pidocchi o da zecche, si consiglia un trattamento antiparassitario prescritto da un veterinario. In anticipo, dargli un buon bagno è essenziale.

Oltre a queste situazioni speciali, è necessario fare il bagno regolarmente per alcune razze di gatti senza pelo, in particolare lo sfinge, o il gatti a pelo lungo. Infatti è possibile che i resti di selle si attaccino al loro lungo mantello, sarà quindi necessario rimuoverli.

Quale prodotto usare per lavare il tuo gatto?

Sul mercato, ci sono una varietà di scelte di shampoo per gatto. Se l'animale è soggetto ad allergie o dermatiti, il suo veterinario può prescrivere anche uno shampoo specifico. In ogni caso, è forte sconsigliato condividere shampoo o bagnoschiuma con il suo compagno a quattro zampe, perché gli esseri umani non hanno lo stesso pH. La pelle di un gatto non resiste alle sostanze chimiche e ai profumi che compongono i prodotti per la cura del suo padrone.

E se al gatto non piace l'acqua?

Al tuo gatto non piace l'acqua? Non c'è da stupirsi! La maggior parte di questi piccoli gatti è riluttante all'umidità, soprattutto se non ci è stata abituata fin dalla giovane età. Se si verifica questa situazione, il file shampoo secco è una prima alternativa. Viene offerto sia a base in schiuma, sia a base in polvere. In ogni caso, non è necessario risciacquarlo. Lo shampoo a secco può essere applicato anche durante l'inverno, dopo un'operazione o dopo una visita in clinica.

In alcune situazioni, lo shampoo a secco non risolverà il problema, poiché un risciacquo con acqua è essenziale. In questo caso, è necessario prendere il file disposizioni necessarie :

  • Per evitare di graffiarsi, si consiglia di indossare indumenti spessi e resistenti ai graffi.
  • Devi coprire bene gambe e piedi.
  • Privilegiato il taglio ad artiglio del suo compagno a quattro zampe il giorno prima del bagno.
  • È anche necessario spazzolare le setole in anticipo. Questa azione aiuta a sbarazzarsi dei nodi in anticipo.
  • Nel peggiore dei casi, puoi chiedere aiuto a un'altra persona. Terrà il gatto mentre viene lavato per farlo finire più velocemente.

Le diverse fasi della toilette

Senza un'adeguata tecnica di lavaggio, anche il gatto più docile può essere difficile da lavare. Essere ben preparati è quindi essenziale per evitare fatica e il graffi.

  1. Inizia parlando con il gatto. Il proprietario deve essere calmo e attento per rassicurare l'animale.
  2. Il bagno può avvenire in a vasca da bagno classico, in fondo a un file lavandino del bagno o in un file doccia. Può essere utile installare un file tappeto antiscivolo prima di installare il gatto lì.
  3. La persona userà un soffione per bagnare il gatto. Altrimenti, può sempre usare una ciotola.
  4. È quindi necessario testare il file temperatura dell'acqua prima di applicarlo al gatto. Non dovrebbe essere né troppo caldo né troppo freddo.
  5. Versare l'acqua delicatamente in modo da non far precipitare l'animale ed evitare che gli occhi, il naso e le orecchie si bagnino.
  6. Applicare lo shampoo e massaggiare delicatamente, tenendo conto del tempo di applicazione. Questa durata è indicata sul foglio illustrativo del prodotto o sulla prescrizione prescritta dal veterinario.
  7. Fare attenzione a non dimenticare le parti difficili da raggiungere come le dita. D'altra parte, non applicare mai lo shampoo su occhi, naso, bocca e orecchie. Per evitare battaglie con il suo piccolo compagno, il maestro può anche pulire la parte della sua testa con salviette.
  8. Risciacquare bene ogni parte del corpo dell'animale. Dovresti fermarti solo quando tutte le schiume sono sparite. In caso contrario, i resti di questi prodotti per la cura possono causare irritazioni alla pelle. Possono anche essere leccati dal gatto durante la toelettatura.

Quando il bagno è finito, è consigliabile asciugare il tuo piccolo compagno con una asciugamano piuttosto che un asciugacapelli, soprattutto se è il tuo primo bagno. In attesa che si asciughi, l'ideale è mettere il gatto in una stanza calda, senza correnti d'aria.

Nota che devi tagliare lanugine e nodi prima del lavaggio.

Da che età puoi lavare il tuo gatto?

Per evitare complicazioni, il gatto deve essere abituato al bagno fin dalla tenera età. Tuttavia, il suo primo bagno deve essere fatto dopo avendo perso i suoi capelli da gattino. Il master può iniziare prima pulendolo con un file asciugamano. Una volta che l'animale non ha più paura dell'acqua, si può fare un bagno completo.