Interessante

Frutta e verdura che non devono essere refrigerate

Particolarmente utile, il frigorifero può però costituire un nemico per certi cibi. Infatti, se alcuni alimenti trovano il loro posto lì, altri non dovrebbero essere conservati lì per conservare tutti i loro sapori e qualità nutrizionali. Patate, pomodori, avocado o persino banane, ingrandisci frutta e verdura che non dovrebbero essere conservate in frigorifero.

Frutta da non mettere nel frigo

Pomodoro e fragole

Niente come i bei pomodori succosi in un'insalata! Quelli tenuti in frigorifero non lo sono. Anzi, in particolare sensibile alle variazioni di temperatura, i pomodori perdono sapore se conservati al freddo. Conservati in frigorifero, tendono a diventare mollicci, insipidi e farinosi. Si consiglia di metterli in una tazza ben ventilata a temperatura ambiente. Inoltre, dovrebbero esserlo assaggiare rapidamente dopo l'acquisto. Lo stesso vale per le fragole.

L'avvocato

L'avocado non ha posto nel frigorifero croccante. In effetti, questo frutto può avere il carne nera. Per favorirne la maturazione, si consiglia di lasciarlo allo scoperto. Affinché il frutto maturi rapidamente, deve essere posizionato accanto a mele e banane che emanano un gas naturale chiamato etilene. Se l'avocado è stato tagliato a metà, è meglio metterlo in un luogo fresco in un tupperware. Per evitare che la frutta si scurisca, è necessario annaffiarla preventivamente succo di limone.

Patate e patate dolci

Le patate dolci e le patate sono difficili da conservare in frigorifero. Infatti, a causa delle temperature relativamente basse, l'amido contenuto in questi tuberi si trasforma in zucchero. Una volta cotte, la loro consistenza diventa granulosa. Per conservarli per diverse settimane, devono essere collocati in un file luogo asciutto, fresco e buio. Inoltre, la conservazione in un sacchetto di plastica dovrebbe essere evitata in modo che queste verdure non marciscano rapidamente.

Aglio

Tenuto in frigorifero, l'aglio tende a germogliare velocemente. Inoltre, i baccelli diventano gommosi. Si consiglia lo stoccaggio in un luogo buio, asciutto e ventilato.

La cipolla

Come l'aglio, le cipolle non si conservano in frigorifero. Si consiglia infatti di conservarlo in un armadio, ben asciutto. A contatto con l'umidità, la cipolla ammorbidisce velocemente. Tuttavia, questo ortaggio non deve essere posizionato vicino alle patate per evitare che marcisca.

La Basilica

Il basilico, come altre erbe fresche, appassisce rapidamente se conservato in frigorifero. Per avere sempre il basilico fresco, è meglio conservare in un bicchiere d'acqua. È anche possibile scalpellarlo e conservarlo in una scatola di plastica, da riporre nel congelatore. Questo consiglio vale anche per menta, prezzemolo o coriandolo.

Anguria e melone

Apprezzati nei periodi di caldo, anguria e melone sono particolarmente rinfrescanti. Mettendoli in frigorifero, questi frutti perdono i loro antiossidanti. Possono invece essere tagliati a fette da mettere in frigorifero prima del pasto. Si noti che devono essere conservati in un luogo asciutto a temperatura ambiente.

Banane

La conservazione al freddo influisce notevolmente sulla maturazione dei frutti esotici come le banane. Messi in frigorifero, questi frutti rimangono verdi più a lungo. Per farli maturare velocemente, vanno lasciati all'aria aperta in un luogo asciutto al riparo dalla luce solare diretta, in cucina. Per una migliore conservazione, la coda del grappolo di banana dovrebbe essere coperta con pellicola trasparente.

Cioccolato

Sotto l'effetto del freddo, il cioccolato ha un sottile strato biancastro creato dal aumento di grasso superficie. Il cioccolato perde così il suo gusto particolare. Pertanto, la conservazione in frigorifero non è consigliata. Per apprezzarne il sapore, le barrette di cioccolato devono essere conservate in un luogo fresco e asciutto.

Uova

Contrariamente alla credenza popolare, le uova non hanno posto nel frigorifero. Infatti, a causa dell'elevata porosità del suo guscio, l'uovo assorbe facilmente gli odori da altri alimentiviene conservato in frigorifero, quindi dandogli cattivo gusto. Le uova, invece, possono essere poste sopra il frigorifero o in un luogo asciutto e buio come una dispensa. Per conferire alle uova un sottile sapore di tartufo, questi due alimenti devono essere posti nella stessa scatola ermetica. Dopo qualche giorno le uova avranno un sapore naturale di tartufo.

Drupacee

Nettarine, albicocche o anche pesche, drupacee non devono essere conservate in frigorifero. In effetti, questo metodo di conservazione promuove il perdita dei loro nutrienti. Inoltre, questi frutti diventano acidi e perdono il loro sapore dolce. Si consiglia di riporli in un luogo asciutto e fresco.

Miele

Grazie al suo alto contenuto di zucchero, il miele si conserva naturalmente e non necessita di essere conservato in frigorifero. Sotto l'effetto del freddo, è probabile che questo prodotto si indurisca e cristallizzi. Basta metterlo in una credenza con il coperchio del barattolo ermeticamente chiuso. Anche i barattoli di senape così come i vasetti di marmellata non necessitano di refrigerazione.

Schiacciare

Come le patate o l'aglio, la zucca non può essere conservata in frigorifero. Che siano muschio, butternut o anche spaghetti, la zucca è meglio riporre nell'armadio per diverse settimane. La loro pelle spessa garantisce la loro protezione durante questo periodo. Messi in frigorifero perdono facilmente il loro sapore.

Zucchine e melanzane

Come i pomodori, le zucchine e le melanzane non sopportano il freddo o l'umidità del frigorifero. Queste fragili verdure si ammorbidiscono facilmente se conservate al loro interno. Per godere della loro freschezza, è consigliabile conservare in luogo fresco e asciutto.

Sottaceti

I sottaceti sono anche tra gli alimenti che non dovrebbero essere messi in frigorifero. L'aceto in cui si bagnano infatti è più che sufficiente per conservarli. È così possibile conservarli fuori dal frigorifero, a meno che le indicazioni sui barattoli non indichino diversamente. Anche i barattoli di latta non devono essere conservati lì. Basta conservarli in una dispensa o in un armadio.