Interessante

Quale modello di asciugatrice scegliere per la casa?

Un'asciugatrice è un elettrodomestico progettato per rimuovere l'umidità dalla biancheria centrifugata dopo il lavaggio. Contrariamente a certi presupposti, è ben lungi dall'essere il nemico dei tessuti. Scegliendolo correttamente, può persino diventare un vero e proprio alleato quotidiano. Ecco alcuni suggerimenti per scegliere l'asciugatrice giusta.

Come scegliere l'asciugatrice giusta?

Tieni in considerazione le dimensioni dell'alloggio

Un'asciugatrice deve essere adatta per la casa chi lo accoglierà per non ingombrare. Pertanto, considerando le sue dimensioni è essenziale. Un'asciugatrice a caricamento dall'alto richiede uno spazio di 40-46 cm di larghezza e 60 cm di profondità. Consentire un'altezza minima di 1,4-1,5 m per l'apertura del coperchio.

Un essiccatore a caricamento frontale, d'altra parte, richiede uno spazio libero di 60 cm di larghezza, la sua profondità solitamente è compresa tra 57 e 60 cm. L'apertura di questo tipo di asciugatrice non deve essere installata davanti a un muro, in quanto potrebbe interferire con lo scarico della biancheria.

Asciugatura precisa

Prima di acquistare un'asciugatrice, è necessario studiare i vari programmi elettronici che propone. Grazie alle diverse opzioni, la biancheria viene asciugata con cura e completezza. Optare per un dispositivo dotato di programmi utili all'uso quotidiano è la garanzia di godere della massima facilità, velocità ed efficienza durante le faccende domestiche. Il programma di antipiega a vapore consente ad esempio l'eliminazione delle rughe. Il suo getto di vapore pressurizzato arieggia, più liscia, rinfresca e deodora Abiti.

Inoltre, alcuni dispositivi hanno sonde elettroniche integrate che misurano il livello di umidità durante il ciclo e impostano automaticamente il tempo di asciugatura.

Essiccatore a condensatore o essiccatore a gas di scarico?

Questi sono i due tipi più comuni di asciugatrici a tamburo.

  • L'essiccatore di scarico è il più economico al momento dell'acquisto, ma il file più energivora. La sua specificità è il rifiuto dell'aria caricata con l'umidità estratta dal bucato. Quest'aria umida viene evacuata all'esterno grazie a condotti flessibili montati sull'essiccatore e collegati ad un foro di ventilazione nel muro o al bordo di una finestra aperta. Pertanto, questo tipo di asciugatrice dovrebbe idealmente essere installato in una zona ben ventilata della casa.
  • Il essiccatore a condensatore funziona come segue: l'umidità estratta dalla biancheria passa in un condensatore dove si trasforma in acqua una volta raffreddata. Successivamente, questa acqua viene assemblata in un serbatoio di recupero che deve essere svuotato dopo il funzionamento. Grazie ad un kit fornito di serie o in opzione, alcune asciugatrici a condensazione possono essere collegate ad un sistema di scarico per l'evacuazione diretta dell'acqua di condensa. A differenza dell'asciugatrice a gas di scarico, questo modello può essere installato in qualsiasi parte della casa.

Acquista un'asciugatrice nuova o usata?

Per un uso occasionale, si consiglia l'acquisto di seconda mano. Scegli un dispositivo con etichetta ElectroREV è consigliato in questo caso. Offre infatti una garanzia di un anno. Il prezzo può arrivare fino a un terzo di una nuova asciugatrice. Tuttavia, questo tipo di dispositivo consuma più elettricità rispetto a uno nuovo che funzionerebbe con una pompa di calore, ad esempio.

L'acquisizione di un'asciugatrice è un investimento a lungo termine. Pertanto, è importante considerare sia la qualità che il prezzo. La scelta di un nuovo dispositivo ti dà accesso a un'ampia scelta, soprattutto perché questa soluzione è più economica e affidabile.

Consulta l'etichetta energetica

Etichetta energetica è stato sviluppato nel 1994 dalla Comunità Europea per informare gli acquirenti sul consumo di energia elettrica degli elettrodomestici. È identico in 15 stati dell'Unione Europea. Permette così un confronto di due modelli grazie alla sua scala colorata e alle informazioni inserite. Fornisce informazioni su vari punti utili, vale a dire:

  • Il classe energetica. Da A +++ in verde scuro (più economico) a D in rosso (più energivoro);
  • Il consumo di energia elettrica in kWh / anno. Calcolato sulla base di 160 cicli all'anno o 3 lavori a settimana. Varia a seconda del tipo di essiccatoio, da qui la necessità di controllare;
  • Il tipo di asciugatrice. Questo simbolo è diverso. Indica la durata del programma per un ciclo cotone standard, la capacità in chili per il programma cotone e infine il livello sonoro, in decibel.

Considera l'opzione di centrifuga appropriata per un'asciugatrice funzionale

Per asciugare qualsiasi tipo di indumento in un'asciugatrice, il velocità di rotazione l'ideale è almeno Da 800 a 1.000 giri / min. Vale a dire, maggiore è la velocità di centrifuga, meno acqua rimarrà nel bucato e più velocemente si asciugherà.

A titolo indicativo, per asciugare 5 kg di cotone strizzato a 500 giri, la durata è di 2 ore. Tuttavia, per girare a 1000 giri / min, questo tempo si riduce di quasi la metà, vale a dire 1 ora. Pertanto, la scelta di un essiccatore che offre una velocità di questa gamma consente di risparmiare molto tempo.

Sempre più economico

In precedenza, le asciugatrici a tamburo erano note per consumare molta energia. Attualmente, sempre più modelli hanno un'etichetta energetica fino ad A +++ sugli scaffali. Le asciugatrici più economiche hanno a pompa di calore che compatta l'aria per formare aria calda che asciugherà più facilmente i vestiti. Grazie a questo, loro consuma il 50% in meno di energia.

Anche i programmi "intelligenti", solitamente riportati sulle etichette, aiutano a risparmiare energia. Alcuni analizzano, normalizzano e regolano i parametri di asciugatura durante il ciclo.

Considera l'opzione della programmazione elettronica

La scelta dell'asciugatrice giusta si riduce anche a considerare l'opzione pratica. Ad esempio, un dispositivo deve offrire la possibilità di selezionare l'ora esatta di inizio del ciclo per approfitta delle ore non di punta.

Scegliere un essiccatore controllato elettronicamente è interessante in tal senso. Inoltre, grazie alle possibili impostazioni, questo apparecchio permette di ottenere il giusto grado di asciugatura in modo che la biancheria non sia troppo asciutta.

Scegli un essiccatore dotato di un indicatore di manutenzione del filtro

Questa luce è presente sulla maggior parte delle asciugatrici. Indica che il file filtratolanugine è saturo e deve essere pulito. L'accumulo di lanugine sul filtro interferisce con il funzionamento dell'asciugatrice. Pertanto, è essenziale rimuovere sempre la lanugine quando la luce è accesa. Questa precauzione consente all'asciugatrice di rimanere efficiente.

Il cestello per asciugare: un'opzione in più da considerare

Il cestello per l'asciugatura è un accessorio elaborato per abiti delicati. Alcune asciugatrici a tamburo vengono fornite direttamente con questa opzione. È perfetto per asciugare capi in tessuto delicato come maglioni di lana o vestiti con paillettes. Per utilizzarlo è sufficiente posizionare il cestello nel cestello e avviare il programma.