Interessante

Come riscaldare correttamente la casa: 5 consigli pratici

È importante fare un bilancio del riscaldamento per riscaldarsi bene senza far esplodere la bolletta dell'elettricità. Esistono diverse soluzioni per stare al caldo coniugando convenienza e risparmio energetico. Ecco alcuni suggerimenti per riscaldare adeguatamente una casa e affrontare la stagione invernale con sicurezza.

Riscalda bene la tua casa

Che tipo di riscaldamento scegliere?

Il riscaldamento è fondamentale in casa per un inverno confortevole. Sul mercato sono disponibili diversi equipaggiamenti tra cui scegliere a seconda del volume della casa, della prestazione energetica desiderata e ovviamente del prezzo.
  • Il Riscaldamento elettrico è il modello più popolare. È apprezzato per la sua facilità d'uso.
  • Il riscaldamento a gasolio utilizzato principalmente come parte della sostituzione di un impianto esistente. Richiede l'installazione di canne fumarie.
  • Il riscaldamento a gas può essere collegato alla rete del gas della città. Inoltre, non necessita di alcun serbatoio e mostra un'elevata efficienza.
  • Il riscaldamento a legna è disponibile in diverse versioni. La stufa a legna e la stufa a pellet sono le più apprezzate in termini di comfort e autonomia.
  • Il pompa di calore è il modello più economico. Consuma 1 kW e rilascia 4 kW di energia.
La scelta del riscaldatore dipende in gran parte dalla sua capacità di riscaldamento. Questa è espressa in kilowatt (Kw) e viene calcolata in base al volume dell'abitazione, alla qualità dell'isolamento, all'ubicazione dell'abitazione, alla temperatura desiderata, nonché alle eventuali perdite. Per riscaldare una casa adeguatamente isolata, è sufficiente optare per una stufa elettrica o una stufa da 0,04 kW per m3. Per l'alloggiamento standard RT 2012, si consiglia una potenza di 0,6 kW per m².

Isolare adeguatamente

Dopo aver scelto il file buon riscaldatore, devi pensare rivedere l'isolamento della casa per riscaldarla adeguatamente in inverno. Un buon isolamento consente di risparmiare energia, ovvero circa il 30% della bolletta del riscaldamento. In effetti, riscaldare una casa scarsamente isolata consuma energia. Pertanto, l'isolamento di pareti, tetti, pavimenti e solai è essenziale. La lana di roccia, la lana di vetro e l'ovatta di cellulosa sono gli isolanti più apprezzati per le loro proprietà.

Porte e finestre deve anche essere Standard. Sono la fonte dal 10 al 15% delle perdite di energia. Il doppi vetri è la soluzione per eccellenza. Mantiene il calore all'interno e protegge dai rumori esterni. Per limitare la perdita di calore da porte e finestre, tutto ciò che devi fare è installare un guarnizione isolante adesiva.

Rivedi la ventilazione

Un CMV è anche essenziale per evitare il danni da condensa. Un modello sensibile all'umidità è particolarmente efficace e migliora notevolmente il comfort. Adatta la sua portata in base al livello di umidità della stanza. La casa deve anche essere ventilata quotidianamente per evacuare la condensa.

Come riscaldare adeguatamente la casa?

Trovare il giusto riscaldamento, rivedere l'isolamento della casa e installare un efficiente sistema di ventilazione non sono sufficienti per riscaldare la casa in modo ottimale. Ecco alcuni altri consigli:
  • Affinché il riscaldamento sia efficiente, verificare che nessun mobile blocchi il radiatore o qualsiasi altra fonte di calore. È possibile inserire un file film isolante dietro i termosifoni per distribuire meglio il calore in tutta la casa.
  • Sostituisci le tende trasparenti con tende più pesanti e foderate.
  • Ricordarsi di isolare il portello di accesso al tetto e migliorare l'isolamento del sottotetto.
  • I tubi del riscaldamento e dell'acqua calda devono essere ben isolati.
  • Rimuovere grondaie e canali che possono rendere i muri umidi e freddi.
  • Installa rivestimenti per pavimenti o tappeti per mantenere i piedi caldi e impedire che l'aria dal pavimento entri in casa.
Nel caso delle case della metà del secolo, i muri sono cavi, ma non isolati. Quindi, deve essere risolto rapidamente. Per quanto riguarda le case vittoriane, il loro isolamento può essere migliorato aggiungendo uno strato di isolamento all'interno o all'esterno.

Come ridurre la bolletta del riscaldamento?

Per mantenere il calore prodotto dal riscaldamento senza aumentare la bolletta, non devi far altro che adottare questi semplici accorgimenti:
  • Programmazione del riscaldamento : su alcuni modelli è possibile programmare il riscaldamento. Ad esempio, non è necessario impostare il riscaldamento a 24 ° quando nessun occupante è presente nell'alloggio.
  • Regola la temperatura : la temperatura ideale in una camera da letto è di 17 ° C e di 19/20 ° C nei soggiorni. Riscaldare ulteriormente questi spazi è economicamente irragionevole. Abbassare il calore di un grado lo consente ridurre la bolletta del 7%. Invece di alzare il fuoco, perché non indossare una coperta, bere una bevanda calda o usare una borsa dell'acqua calda? In caso di assenza prolungata impostare il riscaldamento a 12 ° C per evitare il congelamento dei tubi. Sul mercato esistono stufe intelligenti che regolano la temperatura della casa in base allo stile di vita degli occupanti. Non c'è bisogno di un programmatore! Memorizzano le abitudini di vita tramite rilevatori di presenza. Grazie a questo sistema intelligente è possibile raggiungere fino a Risparmio energetico del 45%.
  • Chiudi persiane e persiane : per mantenere il caldo in inverno e stare al fresco in estate, si consiglia di chiudere tapparelle, tende e tapparelle, limitando così le dispersioni termiche. Tuttavia, è importante ventilare la casa ogni giorno per garantire aria fresca, cioè da 5 a 10 minuti al giorno.
  • Effettua la manutenzione delle apparecchiature di riscaldamento : per un corretto funzionamento del termosifone o della stufa si consiglia di spurgarlo bene e pulirlo almeno una volta all'anno. Una cattiva manutenzione comporta un consumo eccessivo di energia e prestazioni ridotte. Per la manutenzione delle caldaie, è meglio affidarlo a uno specialista. Per quanto riguarda i camini, a spazzare una volta all'anno è obbligatorio.
Se qualche lavoro è in vista, dobbiamo cogliere l'occasione per investire in un nuovo sistema di riscaldamento, più economico, efficiente ed ecologico. Ad esempio, sostituendo una vecchia caldaia con un modello a condensazione, la chiave è un risparmio energetico di circa il 30% all'anno. Le energie rinnovabili sono interessanti anche per il riscaldamento (pompa di calore, caldaia ibrida, ecc.). Si noti che è previsto un aiuto finanziario in caso di lavori di ristrutturazione energetica per ridurre i costi.