Interessante

Biancheria lavata: cos'è, come pulirla?

Particolarmente presente nella decorazione d'interni, soprattutto per la biancheria da letto, il lino lavato è apprezzato per la sua morbidezza e il suo aspetto invecchiato. Qual è la differenza tra lino naturale e lino lavato? Quali sono i vantaggi offerti da questa versione di lino? Come mantenerlo e pulirlo? I dettagli.

Tutto sul lino lavato

Cos'è la biancheria lavata?

Usato fin dall'antichità, il lino è il tessuto più antico del mondo. In epoca precristiana, simboleggiava la purezza e la luce, motivo per cui è stato scelto per avvolgere le mummie egizie.

Questo tessuto a trama fitta ha un aspetto un po 'ruvido, che testimonia la sua grande robustezza. Questa ruvidità viene però attenuata con il lino lavato. Infatti, per beneficiare della resistenza del lino, pur godendo della massima morbidezza, il lino lavato è stato sviluppato attraverso un processo di lavaggio controllato. Riguarda " decatissaggio del lino », Che prevede il lavaggio più volte del tessuto con ammorbidenti ecologici per renderlo più morbido.

Pertanto, il lino lavato può essere definito come la versione migliorata del lino grezzo. Il tessuto è molto più morbido, leggero e flessibile, pur essendo altrettanto robusto. Presenta inoltre le stesse caratteristiche del lino grezzo, la cui tessitura alterna micro bump e micro incavature. Questa particolarità gli conferisce un lato "vintage", ma più morbido.

Per la sua morbidezza, il lino lavato è particolarmente utilizzato nella produzione di biancheria per la casa, come lenzuola, copripiumini o federe. Per la sua resistenza, è anche apprezzato in imbottitura poltrone, sedili, divani o nella realizzazione di tende o tovaglie.

Come il lino grezzo, il lino lavato è disponibile in diversi colori. Dai toni sobri come il bianco ai colori accesi come il turchese o il fucsia… Esiste in un'ampia gamma per soddisfare tutti i gusti.

Quali sono i vantaggi della biancheria lavata?

Ci sono molte ragioni per cui il lino lavato è così popolare oggi:

  • Un tessuto ecologico

Coltivato in condizioni naturali, il lino è completamente ecologico. Nessun fertilizzante o irrigazione è necessario per la sua coltivazione. Lo stesso vale per i processi di trasformazione come la macerazione e la graffiatura. Tutto è fatto senza prodotti chimici. Pertanto, il lino grezzo è totalmente ecologico e, grazie a processi di lavaggio altrettanto ecologici, il lino lavato conserva questo lato naturale.

  • Un tessuto resistente

Il fibra di lino è la fibra tessile più resistente. Pertanto, la trama fitta del tessuto gli consente di resistere al tempo e all'usura. Anche se il lino lavato si ammorbidisce durante i lavaggi, la sua durata rimane impressionante. Questo tessuto non si restringe né si sfilaccia durante il lavaggio. Le lenzuola si mantengono così in perfette condizioni, anche dopo diversi anni di utilizzo.

  • Un tessuto termoregolatore e assorbente

Il lino lavato ha anche il vantaggio di adattarsi alle condizioni climatiche. In estate porta freschezza, mentre in inverno è efficace nel trattenere il calore. Pertanto, questo tessuto eccezionale è ideale per realizzare un lenzuolo versatile. È adatto anche per creare abiti comodi tutto l'anno. La sua natura assorbente gli permette di regolare la traspirazione della pelle rimanendo asciutta e fresca.

  • Tessuto morbido al tatto

Con i lavaggi il lino naturale acquista sempre più morbidezza. Il lino lavato diventa così molto morbido al tatto, consentendo momenti di avvolgimento. La cosa più impressionante è che più passano gli anni, più flessibile e leggero diventa il tessuto, senza perdere le sue qualità di base.

  • Tessuto anallergico

La composizione naturale del lino lavato gli conferisce un potere ipoallergenico. Oltre ad essere morbido al tatto, questo tessuto non irrita la pelle. Può coprire perfettamente i più piccoli, senza rischio di allergie o condizioni dermatologiche. La sua natura assorbente limita anche le reazioni indesiderate della pelle.

  • Un tessuto "di design"

Anche dal punto di vista estetico il lino lavato presenta numerosi vantaggi. Questo materiale ha un tocco chic naturale e il suo lato "sgualcito" dopo il lavaggio gli conferisce un fascino molto originale. Disponibile in diversi colori, il lino lavato si adatta praticamente a qualsiasi stile. Se questo tessuto è ben curato, non perderà il suo colore, anche dopo molti lavaggi.

  • Tessuto facile da lavare

La biancheria lavata può essere lavata ad alta temperatura per rimuovere facilmente le macchie. Questo è il motivo per cui è comunemente usato per realizzare tovaglie, runner o tovaglioli. Non richiede nemmeno molta manutenzione. Può essere pulito a mano o a macchina, secondo le abitudini di ognuno.

Come mantenere la biancheria lavata?

Anche se il lino lavato non è molto impegnativo, devi sapere come adottare i gesti giusti per mantenerlo in condizioni impeccabili.

  • Lavaggio

Contrario a lino naturale che non ha ancora subito processi di lavaggio, la biancheria lavata può resistere alle alte temperature nella macchina. Può essere lavato a 40 o 60 ° C, il che rende più facile rimuovere macchie e acari. Come la maggior parte dei tessuti, il lino lavato di colore scuro può essere lavato separatamente dal bucato leggero. Prediligi sempre ammorbidenti ecologici per bucato. Tuttavia è possibile aggiungere di tanto in tanto l'aceto bianco per sbiancare il più possibile il bianco o ravvivarne i colori.

  • Essiccazione

La biancheria lavata può essere asciugata perfettamente in asciugatrice, ma a determinate condizioni. In particolare, la filatura deve essere eseguita dolcemente, ad una velocità massima di 600 giri al minuto. Si consiglia inoltre di non sovraccaricare la macchina e di eseguire un breve ciclo di asciugatura. L'asciugatura finale è preferibile all'aria aperta per rispettare le caratteristiche del tessuto. In effetti, l'asciugatura naturale al vento è l'ideale. Tuttavia, se le condizioni non lo consentono, un trucco è mettere una pallina da tennis nel cestello della lavatrice in modo che non ci siano rotture.

  • Stirare

La biancheria lavata è molto meglio senza stiratura. Tuttavia, per coloro a cui non piacciono le pieghe, ci sono alcune regole da seguire. Questo tessuto viene stirato leggermente umido, mai completamente asciutto. Anche l'operazione va eseguita capovolta.