Interessante

Zero sprechi: prepararsi per l'inizio dell'anno scolastico

All'inizio di ogni anno scolastico, le famiglie devono dedicare un certo budget all'acquisto di forniture e altri articoli scolastici. Oltre all'aumento del picco di consumo, questo periodo genera un'elevata produzione di rifiuti. Le forniture acquistate possono infatti avere importanti conseguenze per l'ambiente. Per risparmiare, ma soprattutto per evitare di produrre inutili sprechi, ecco alcuni pratici consigli per tornare a scuola a zero rifiuti.

Organizzarsi per un ritorno a scuola zero rifiuti

Concentrati sul recupero per l'inizio dell'anno scolastico

Il primo passo è fare l'inventario delle scorte che rimangono negli armadi. Questo suggerimento è particolarmente valido per coloro che tendono ad acquistare in grandi quantità o in lotti e più del necessario per un anno scolastico economico. Il il resto dello stock potrà così essere utilizzato per il nuovo anno. Si raccomanda anche di farlo smistamento materiale scolastico dell'anno precedente e di riutilizzare tutto ciò che può ancora essere utilizzato: astucci, temperamatite, gomme, righelli ... Inoltre, è possibile chiedere ai parenti se non hanno pochi articoli scolastici in più.

Non lasciare la scelta ai bambini

I bambini tendono ad orientare la loro scelta verso prodotti alla moda, senza pensare alla qualità o al carattere ecologico di questi ultimi. È quindi preferibile a shopping senza di loro. Tuttavia, per rendere felici tutti, è possibile trovare un compromesso lasciando loro, ad esempio, a una certa libertà nella scelta di determinati prodotti come l'astuccio, il diario e la cartella.

Concentrati su materiale scolastico sostenibile

Durante lo shopping, è consigliabile acquistare forniture che durino più a lungo: strumenti di geometria metallica, righelli di legno, temperamatite in metallo ...

Preferisci prodotti neutri

Indipendentemente dal colore o dal motivo, il materiale scolastico neutro e senza fronzoli è un must. Questi accessori possono facilmente essere riutilizzato negli anni. D'altra parte, gli oggetti con un personaggio dei cartoni animati potrebbero non essere appropriati dopo un po '.

Acquista forniture usate

Andare a siti di annunci economici, vendite di garage o centri di riciclaggio come i negozi Emmaüs è un'ottima soluzione per l'acquisizione articoli per la scuola in ottime condizioni, ma a basso prezzo. Calcolatrice, raccoglitore e molti altri prodotti possono essere acquistati di seconda mano. Si consiglia anche abbigliamento di seconda mano.

Acquista all'ingrosso

Per un zero sprechi torna a scuola, dire addio a fornitura di imballaggila scuola è all'ordine del giorno. Acquistando nei supermercati, i genitori possono raramente acquistare individualmente e di solito trovano solo lotti sovraimballati. Si consiglia quindi di acquistare all'ingrosso da cartiere che offrono spesso articoli sfusi, singolarmente.

Concentrati su materiale scolastico ecologico

Per un ritorno a zero rifiuti, opta per forniture made in materiali naturali ed ecologici è obbligatorio. Inoltre, i prodotti in carta o plastica riciclata sono da preferire. Inoltre, molti effetti scolastici disponibili in commercio sono ricaricabili, riducendo così gli sprechi.

Ecco un elenco di forniture eco-compatibili da acquisire:

  • Delle quaderni di carta riciclata : optare per quaderni con fogli riciclati, idealmente non sbiancati. Questo perché il processo di sbiancamento prevede l'uso di sostanze chimiche, in particolare il cloro.
  • Delle pennarelli, pennarelli ed evidenziatori ricaricabili : relativamente ecologici, questi prodotti possono essere anche a base d'acqua, perfetti per mantenere in salute i bambini.
  • Delle divisori in cartone riciclato : è possibile optare anche per divisori in polipropilene riciclato.
  • Altri prodotti riciclati : penne, correttori, nastri ... diversi prodotti sono disponibili con plastica riciclata.
  • Delle astucci e cartelle ecologici : alcuni marchi offrono astucci, cartelle o persino agende realizzate con materiali riciclati, responsabili ed ecologici. Anche le cartelle di seconda mano sono un'alternativa interessante.

Vietare determinati prodotti per raggiungere l'obiettivo zero rifiuti

Raggiungere l'obiettivo di un ritorno a zero rifiuti, alcuni effetti sulla scuola devono essere evitati:

  • Il colle a base di solventi : è preferibile optare per prodotti a base acqua, privi di sostanze tossiche e cancerogene.
  • Il correttori liquidi di solito a base di solventi tossici: i correttori a nastro sono più consigliati.
  • Il evidenziatori usa e getta : questi prodotti sono composti da solventi, conservanti tossici e metalli pesanti. Per un'alternativa completamente ecologica, è meglio usare matite di evidenziazione in legno.
  • Il matite verniciate : questi prodotti sono costituiti da sostanze inquinanti sintetiche. Sono preferibili matite in legno non trattato.
  • Il gomme aromatizzate o colorate : questi prodotti sono ricchi di sostanze cancerogene e tossiche. Preferisci invece gomme da cancellare naturali e non colorate.

Educare gli insegnanti a zero rifiuti

All'inizio di ogni anno scolastico, ai genitori viene spesso fornito un elenco di provviste lungo un braccio. Oltre a costare una piccola fortuna, questa lunga lista è anche un vero fardello per il pianeta. È davvero necessario fornire due quaderni di grande formato e due raccoglitori di piccolo formato per un soggetto? È quindi essenziale consigliare agli insegnanti di sviluppare a elenco delle forniture scolastiche più semplice.

Preparati adeguatamente per i pasti

Un altro buon momento da perdere sono i pasti scolastici. Per un lunch box ecologico è necessario tenere conto di diversi criteri:

  • Il scelta dei contenitori : i sacchetti di plastica o di carta dovrebbero essere evitati. D'altra parte, è preferibile utilizzare contenitori riutilizzabili come una scatola per il pranzo in acciaio inossidabile o in vetro. Anche le bottiglie d'acqua in plastica dovrebbero essere evitate. È meglio sostituirli con un file zucca. Nella scelta, il sistema di apertura e chiusura deve essere testato per garantire che i bambini possano utilizzare il contenitore senza assistenza.
  • Il posate usa e getta : generalmente di plastica, anche questi utensili non sono riciclabili, ma soprattutto poco pratici da usare. Sono preferiti utensili in bambù o in metallo.
  • Il tovaglioli : Affinché i bambini possano asciugarsi i mignoli e la bocca dopo il pasto, è importante dimenticare gli asciugamani usa e getta e preferire un piccolo asciugamano.
  • Il sacchetti riutilizzabili : invece di comprare ogni volta sacchetti di yogurt o composte per bambini, è meglio comprare piccoli sacchetti riutilizzabili per snack. Relativamente pratici, questi accessori facilitano il trasporto di cupcakes, biscotti, ma anche frullati, composte o yogurt. Impermeabili, questi sacchetti sono facili da pulire. Quando si sceglie, si preferiscono quelli con cerniera. Infatti le tasche chiuse con velcro si appendono facilmente ovunque e tendono a non chiudersi a lungo termine.