Interessante

Quali piante aromatiche coltivare sul tuo balcone?

Che sia per insaporire piatti tutto l'anno o semplicemente per abbellire un balcone, le erbe aromatiche sono l'ideale. Tra sapori e profumi variegati, hanno tutto per sedurre. Salvia, aneto, basilico e molti altri aggiungono un tocco di verde all'esterno e una piacevole spezia nelle preparazioni culinarie.

Le erbe aromatiche ideali per il terrazzo

saggio

Le foglie di salvia officinale sono perfette per profumo stufati, pollame, pesce, salse, carne, ripieni, verdure o salumi. Per sfruttare i loro aromi, aggiungere le foglie a fine cottura. La salvia officinale è adatta alla coltivazione in fioriera, in vaso o in contenitore per decorare terrazzi o balconi. Ha belle qualità decorative con il suo bel fogliame viola, blu violaceo, oro o verde a seconda della specie.

  • Alla salvia piacciono i terreni soffici, ricchi, ma anche molto aridi;
  • Necessita di regolare zappatura e diserbo;
  • È necessaria una sufficiente esposizione al sole;
  • La salvia ha un fabbisogno idrico basso.

Prezzemolo

Foglie o steli, tutte le parti del prezzemolo sono commestibili.

  • Vive su suoli freschi, leggeri, leggermente umidi e calcarei;
  • Cerca una leggera esposizione al sole, soprattutto a mezz'ombra;
  • Richiede una protezione speciale in inverno;
  • Ha bisogno di molta acqua, soprattutto quando fa caldo

aneto

Dill è particolarmente apprezzato per i suoi le foglie (fresco o secco) e il suo semi. È particolarmente associato al salmone. Ci sono alcuni parametri da considerare per coltivarlo.

  • Apprezza i terreni freschi, ricchi di sali minerali e sufficientemente drenati.
  • Richiede una buona esposizione al sole e al caldo. Tuttavia, deve essere protetto dal vento.
  • Per svilupparsi bene, richiede diserbo e annaffiature regolari.

Rosmarino

Giovani foglie di rosmarino autunno deliziose insalate, pesce e carne.

  • Cresce meglio su terreni poveri, aridi o anche molto calcarei;
  • Vive in una zona sufficientemente esposta al sole;
  • Non necessita di annaffiature, ma solo pacciamatura in inverno.

Salsa di foglie di alloro

Il successo della salsa di alloro è dovuto al suo foglie aromatiche perfetto per esaltare tante preparazioni. In infuso, la sua tisana è un ottimo digestivo.

  • Facile, la salsa di alloro può essere coltivata in una grande pentola o in un contenitore per abbellire terrazze o balconi. La sua semina è piuttosto consigliata ad aprile ea mano;
  • Ama particolarmente i terreni leggeri, profondi e ordinari;
  • In termini di esposizione, questa pianta prospera in posizione soleggiata;
  • Favorire un'irrigazione moderata.

Dragoncello

Il dragoncello, in particolare le foglie dei giovani germogli, è abituato aromatizzare diverse preparazioni.

  • Ama i terreni leggeri, asciutti e freschi, e si coltiva facilmente in vaso;
  • Cresce meglio al sole o in mezz'ombra;
  • Si consiglia di pacciamare il terreno per un'umidità ottimale;
  • Il dragoncello non necessita di molta acqua, tranne durante i periodi di semina e talea;
  • Il dragoncello può essere propagato in tre modi: per talea, per divisione dei cespi e per stratificazione. Si noti che le talee sono consigliate in estate.

Cerfoglio

Chervil è noto per il suo profumo sottile, ma intenso. Le sue foglie sono finemente tagliate e tenere. La sua altezza raggiunge tra 0,30 e 0,70 m. Questa pianta fiorisce da maggio ad agosto con graziosi petali bianchi in ombrelle. In cucina si usa per insaporire insalate, piatti salati, zuppe, verdure crude, verdure, salse, carni e grigliate, senza dimenticare frittate e pesce.

  • Il cerfoglio si coltiva generalmente da febbraio a settembre;
  • Apprezza i terreni leggeri, ricchi e umidi;
  • Questa pianta cerca una posizione al sole in primavera e all'ombra leggera in estate;
  • Limitare l'irrigazione, tranne nei periodi molto caldi.

La Basilica

Il basilico è molto popolare, soprattutto nella cucina asiatica e mediterranea. Le sue foglie sono migliori inondazioni, perché la cottura tende a ridurne l'aroma. Ecco alcune caratteristiche utili da conoscere prima di intraprendere la tua piantagione:

  • Al sud si consiglia di seminare il basilico tra aprile e maggio. Nelle zone costiere sufficientemente esposte al sole, prediligere la semina tra maggio e giugno;
  • Questa pianta predilige particolarmente i luoghi soleggiati;
  • Il basilico prospera su un terreno ricco e sabbioso;
  • Prediligere annaffiature moderate e regolari.

Erba cipollina

L'erba cipollina è l'erba aromatica per eccellenza. Facile da coltivare, trova facilmente posto su un balcone. Questa pianta esalta deliziosamente i piatti cucinati, per non parlare della sua virtù digestive.

  • L'erba cipollina si coltiva in primavera o all'inizio dell'autunno, in terreno leggero, se possibile in particolare terriccio;
  • Una posizione soleggiata è essenziale;
  • Piantata nel terreno, l'erba cipollina ha un fabbisogno idrico moderato, tranne in caso di siccità. In vaso, è meglio annaffiarlo più spesso.

Coriandolo

Il coriandolo è un pianta aromatica con foglie finemente tagliate. Questi ultimi sono stati utilizzati fin dall'antichità, mentre i suoi semi sono apprezzati nella cucina orientale e asiatica. Se le foglie sono un sapore particolare delle insalate, i semi sono perfetti per aromatizzare i piatti cucinati.

  • La semina del coriandolo inizia generalmente all'inizio di aprile nel sud del paese e principalmente a maggio nel nord;
  • Apprezza i terreni sabbiosi, ben drenati e ricchi di humus;
  • Questa pianta richiede un'esposizione calda;
  • UN irrigazione regolare è obbligatorio.

Origano

L'origano è una pianta aromatica particolarmente utilizzata in cibo italiano, soprattutto nelle pizze, stufati e zuppe. Questa pianta accomodante ha anche proprietà medicinali. L'origano viene utilizzato per aromatizzare aceto, salumi e riso. Questa pianta è apprezzata per il suo sapore pepato, amaro e pungente.

  • L'origano viene piantato in pieno sole, tra marzo e aprile, in terreno leggero, sciolto e ricco di humus;
  • Durante il periodo estivo sono consigliate talee e cespi;
  • L'irrigazione non è necessaria tranne durante i periodi di siccità.

Verbena al limone

Le foglie fresche o secche della verbena odorosa si distinguono per la loro sapore fine e limone. Sono perfetti per profumare salse, pesce, pollame, marinate, ripieni e cotture al forno. Questa erba aromatica può anche essere aggiunta a olio e aceto per aromatizzarli.

  • Per decorare le macedonie, tritarle finemente.
  • Per gustare deliziosi dessert, preparateli per infusione nel latte caldo.

Lato piantagione:

  • Di facile convivenza, la verbena si coltiva tra marzo e aprile su terreni caldi e ben drenati;
  • Le talee sono generalmente consigliate nel mese di agosto;
  • Questa pianta necessita di annaffiature sufficienti in caso di una lunga siccità estiva.