Interessante

Come ristrutturare una facciata in pietra a vista

Nel tempo le facciate delle case in pietra finiscono per deteriorarsi sotto l'azione degli agenti atmosferici (vento, pioggia, gelo) e dell'inquinamento. Prime vittime: i giunti che collegano macerie e pietra. Per evitare infiltrazioni d'acqua e deterioramento delle pietre stesse, è imperativo rifarle in profondità non appena se ne osserva il degrado.

Facciata in pietra a vista molto danneggiata.

Materiale necessario

  • Betoniera
  • Trogolo
  • Cazzuola a lingua di gatto
  • Cazzuola
  • Spazzola metallica
  • Pennello Quackgrass
Fortemente soggette a pericoli climatici, i giunti di una facciata in pietra (palmento, granito, arenaria, calcare) prima o poi si rompono e si sgretolano. La loro adesione diminuisce e consente all'acqua piovana di infiltrarsi nel muro. Non più impermeabile, la muratura diventa terreno favorevole allo sviluppo di muschi, licheni e funghi, che invaderanno progressivamente la facciata. L'azione del gel fa il resto e se non si interviene, sono ben presto le pietre stesse ad essere attaccate.

Per evitare di arrivare a questo punto e di dover effettuare un completo rifacimento della facciata e avviare consistenti lavori di ristrutturazione, è tassativo procedere con la ripuntatura delle pietre secondo le regole dell'arte.

Pulisci e prepara il muro di pietra

I giunti di una facciata in pietra a vista sono realizzati con una malta speciale. Questo deve soddisfare diversi criteri di qualità.
  • La malta deve essere adattata alla durezza della pietra o delle macerie e avere un effetto molto buona presa.
  • La malta deve avere una composizione che le permetta di garantire a buona impermeabilità e tenuta del telaio.
  • La malta deve garantire a effetto decorativo per evidenziare il colore delle pietre o delle macerie, sia per contrasto che per armonia.
Sgrassare le fughe con malta da intonaco
  • Verificare che le vecchie fughe non siano realizzate con malta da intonaco o malta gesso-calce.
  • Quindi, spelali con un perforatore o uno scalpello e un martello fino a una profondità da 1 a 3 cm.
  • Rimuovere le pietre alterate o screpolate.
Spazzola le pietre
  • Spazzolare energicamente le pietre per rimuoverle parti polverose e il polvere.
  • In presenza di pietre o macerie molto sporche non esitare a carteggiare (preferibilmente su pietre dure) o idrosabbiare (per pietre un po 'meno resistenti).
  • Sostituisci il pietre mancanti o degradate sigillando i nuovi con la malta scelta.
  • Assicurati che il colore delle nuove pietre corrisponda all'intero muro.
  • Lasciar indurire al minimo due giorni.
  • Il giorno prima dell'applicazione della malta per le nuove fughe, bagnare l'intera facciata dove verranno realizzate.

Rifare i giunti di una facciata in pietra

Riempire le fughe di malta con una spatola
  • Mescolare abbastanza strettamente il mortaio se si tratta di un'applicazione manuale.
  • Guarnire le articolazioni con a cazzuola a lingua di gatto per serrare adeguatamente la nuova malta sulla vecchia base di giunzione scavata.
  • Se spruzzato con pompa per malta, utilizzare un rivestimento specifico per questo tipo di applicazione.
  • Lasciate riposare la malta per qualche ora.
  • Quindi, lavora sulle articolazioni con a pennello quackgrass oppure raschiandoli con il filo della cazzuola.
  • Quindi pulire le pietre o le macerie con a spazzola metallica.
Facciata pulita e restaurata Vediamo qui la facciata, pulita e restaurata con una malta chiara, in contrasto con le pietre per evidenziarne i colori caldi.
  • Nel caso di un file intonaco con "pietre viste", ecco come procedere per eseguire una stuccatura con pietre viste:
    • applicare una passata di intonaco regolata a destra delle pietre più sporgenti;
    • mentre l'intonaco è ancora fresco, spennellare leggermente le pietre con un pennello quackgrass.

Importante: solo le pietre che non congelano possono essere lasciate nude.