Interessante

Usare le bucce nell'orto: i nostri consigli

A lungo considerato un semplice spreco di cibo, i peeling nascondono in realtà buone sorprese. Insieme ai loro numerosi usi in cucina, possono fornire i nutrienti necessari per produrre deliziosi frutti e verdure. Ingrandisci i migliori consigli per riciclare bucce di cipolla, bucce d'arancia o persino bucce di limone in giardino.

Usando le bucce in giardino

Come riciclare i peeling?

Andare a rifiuti zero significa cambiare le tue abitudini. Una delle cose buone è il riutilizzo dei peeling. In cucina, infatti, sono ingredienti preziosi per preparare brodo vegetale, preparare patatine o guarnire un'insalata. Gli sprechi alimentari come le bucce di patate sono efficaci anche per:

  • Brilla l'acciaio inossidabile;
  • Elimina le occhiaie;
  • Alleviare le scottature solari e le ustioni minori.

Nell'orto e nell'orto si possono usare le bucce tenere lontani i parassiti. I giardinieri alla ricerca di consigli ecologici possono anche produrre il proprio fertilizzante da questi rifiuti di cucina. Infine, tutti possono riutilizzare i loro peeling per creare un orto. Anche chi non ha giardino o balcone può adottare quest'ultimo accorgimento poiché basta un davanzale per iniziare la semina di frutta e verdura in modo continuo. Non c'è bisogno di andare al mercato per prendere gambi di sedano, insalata o foglie di porro!

Come tenere lontani i parassiti dall'orto con le bucce?

Alcune bucce agiscono come repellenti naturali. Altri possono essere usati per intrappolare insetti nocivi. Quindi, per combattere le mosche, il modo più semplice è posizionare i gambi dei broccoli alla base di frutta e verdura. Per cacciare formiche e lumache dell'orto niente batte le bucce degli agrumi (limone, arancia, ecc.). Basta smaltirlo negli angoli dove questi insetti sono spesso considerati dannoso sono abituati a passare. Inoltre, le bucce di agrumi emanano un odore che i gatti odiano. Una volta tagliati a pezzi, vanno sparsi tra le piante per tenere lontani questi felini dal giardino.

Le bucce di banana sono anche alleati essenziali del giardiniere. Utilizzati come pacciame o come infuso, sono in grado di spaventare gli afidi mentre concimare la terra. Le bucce di banana sono anche ingredienti preziosi per creare una trappola per insetti. Per fare questo, è necessario farli macerare nell'aceto di mele. Il preparato così ottenuto va versato in una bottiglia forata o tagliata a metà. Una volta posizionato il contenitore vicino alle piante, con il collo rivolto verso il basso, non resta che attendere che gli insetti vengano attirati e poi intrappolati nella soluzione.

Si noti che le farfalle e le api non sono resistenti allo zucchero contenuto nelle bucce di banana. Bastano poche strisce sospese agli steli degli alberi da frutto per attirare questi insetti impollinatori.

Come usare le bucce di banana in giardino?

È facile creare e mantenere un orto biologico o un orto. Per nutrire le piante senza utilizzare fertilizzanti chimici, è sufficiente posizionare strisce di buccia di banana ai piedi di rose, melanzane, pomodori ... Una volta interrate, si decompongono nel tempo e rilasciano elementi nutritivi come il potassio. Questo nutriente è necessario per la fioritura, ma anche durante il periodo di fruttificazione. Le bucce di banana possono essere utilizzate anche come "fertilizzante naturale. Per ridurli in polvere, è necessario asciugarli, quindi macinarli. Il concime così ottenuto va spalmato in giardino o nell'orto in modo da dare una spinta alle piante.

Anche il succo ottenuto dalle bucce di banana è un'ottima alternativa. Questo semplice trucco è efficace per stimolare la crescita delle piante, soprattutto nei periodi di siccità. Zoom sui passaggi da seguire:

  1. Mettere le bucce di banana in secchi d'acqua;
  2. Lasciateli marinare per circa 2 o 3 giorni;
  3. Innaffia piante da interno e da esterno con questa acqua arricchita di sostanze nutritive.

Inoltre, l'interno delle bucce di banana permette alle foglie delle piante verdi di brillare senza danneggiarle.

Trasformare le bucce in compost

Fare il tuo compost ti permette di concimare il tuo orto in modo naturale riducendo gli sprechi. Tuttavia, è importante scegliere i rifiuti da riciclare. L'idea è di sovrapporre diversi strati di materia organica e vegetale per trasformarli in humus. Ecco i due tipi di rifiuti da privilegiare per un compostaggio di successo:

  • Rifiuti verdi come bucce di verdure, bucce di frutta, fiori appassiti o fondi di caffè;
  • Rifiuti marroni, inclusi tovaglioli di carta, paglia, foglie morte e cartone non stampato.

Bucce di banana, torsolo di mela, buccia di cipolla, buccia di patate ... Tutto è buono tranne le bucce di agrumi, ananas e avocado. Una volta selezionato lo scarto, è necessario tagliarlo a pezzi o macinarlo. La compostiera deve essere installata in un luogo ombreggiato, quindi riempita con:

  • 50% di rifiuti secchi (ramoscelli, foglie morte o cartone);
  • 50% di rifiuti umidi (bucce, falciatura del prato o frutta danneggiata).

Ecco le regole da seguire durante e dopo il riempimento della compostiera:

  1. Strati alternati di rifiuti verdi e marroni;
  2. Mescolare i rifiuti una volta alla settimana per aerarli;
  3. Controlla la loro umidità e annaffiali leggermente se necessario.

Il compost a base di bucce di frutta e verdura è pronto per l'uso dopo 8-12 mesi.

Crea un orto biologico recuperando le sue bucce

La ricrescita è l'arte di coltivare frutta e verdura senza fine usando bucce, cime, semi, gambi o torsoli. Per il Porro e cipollotto, è necessario recuperare la base della pianta con le sue radici. La canna da riciclare dovrebbe misurare circa 5 cm. Per ottenere giovani germogli dopo pochi giorni è sufficiente:

  1. Immergere le radici nell'acqua;
  2. Posizionare il contenitore in un luogo soleggiato;
  3. Cambia l'acqua ogni due giorni.

Dopo il trapianto, il cipollotto e il porro va annaffiato regolarmente. Le foglie possono essere mangiate dopo poche settimane. Il bucce di patate sono anche in grado di ricrescere. Aspetta solo che i tuberi germogliano per sbucciarli, assicurandoti che la pelle sia spessa all'altezza degli occhi. Non resta che mettere le bucce nel terreno e annaffiarle.

Per quanto riguarda il cavolo cappuccio, l'insalata e il sedano, è necessario:

  1. Tieni il cuore in un fondo d'acqua;
  2. Posizionare il piatto o il bicchiere nella luce;
  3. Rimetti la verdura a terra;
  4. Innaffialo regolarmente.

Produci verdure utilizzando i tuoi rifiuti alimentari

Niente più semi di ortaggi biologici e semi di agrumi gettati nella spazzatura! È ora di ripiantarli in piccoli vasi per creare il tuo orto. Il tempo di germinazione varia a seconda delle piante vegetali, ma generalmente i germogli compaiono dopo pochi giorni o settimane. Ecco alcuni esempi di varietà i cui semi sono riutilizzabili:

  • Il limone ;
  • Arancia;
  • Il pomodoro ;
  • L'avvocato;
  • Il cetriolo;
  • Schiacciare ;
  • Il melone.

Per quanto riguarda gli ortaggi a radice, il Zenzero è una delle varietà più facili da coltivare. Tuttavia, devi aspettare circa 8 o 10 mesi, il tempo in cui le radici maturano, per raccoglierle. Ecco il processo per coltivare lo zenzero:

  1. Riempi una pentola con terriccio;
  2. Pianta un pezzo di zenzero, germogliato o no;
  3. Installa la pentola in un luogo buio;
  4. Annaffia regolarmente.