Interessante

Come pulire una spugna e mantenerla più a lungo?

La spugna è un utensile da cucina comunemente usato per pulire piatti, controsoffitti e altro. Una volta indossata, non c'è bisogno di gettare la spugna e gettarla nella spazzatura. Ci sono infatti alcuni consigli da sapere per pulire una spugna e mantenerla più a lungo. Panoramica.

Pulisci e conserva una spugna

Pulire una spugna

Poiché la spugna viene utilizzata quotidianamente, è un vero nido di germi. In effetti, secondo le osservazioni dei microbiologi tedeschi, ogni centimetro cubo di una spugna potrebbe ospitare almeno 50 miliardi di batteri, da 118 specie diverse. Una cifra piuttosto sbalorditiva per un utensile che misura appena cento centimetri cubi. Questo è il motivo per cui, secondo la Commissione francese per la sicurezza dei consumatori (CSC), le spugne devono essere pulite almeno ogni due giorni.

Inoltre, a seconda di quanto spesso viene utilizzata una spugna, una famiglia dovrebbe sostituire almeno ogni 2 settimane. Va anche notato che questo ciclo dipenderà strettamente da:

  • Abitudini alimentari, ad esempio se la famiglia cucina spesso i grassi.
  • L'uso della spugna, se viene utilizzata sia per lavare i piatti che per la pulizia del piano di lavoro.

Affinché una spugna svolga pienamente il suo ruolo per tutta la sua vita, è essenziale pulirla quando se ne presenta la necessità.

Pulite una spugna con sale grosso

Il sale grosso è un prodotto economico noto per la sua azione purificante. Le dimensioni dei grani di sale grosso variano tra 1 e 6 millimetri. Sono quindi più grandi del fleur de sel comunemente usato in cucina. Per sfruttare le proprietà benefiche di questo condimento un po 'specifico è necessario procedere come segue:

  1. Versa mezzo litro di acqua calda in una ciotola.
  2. Aggiungere il sale grosso al ritmo di due cucchiai.
  3. Immergere il pan di spagna nel composto senza mescolare.
  4. Lasciar riposare per una notte.
  5. Risciacquare il giorno successivo con abbondante acqua.

La spugna uscirà come nuova e potrà essere riutilizzata.

Usare un forno a microonde per pulire una spugna

Ci vogliono solo due minuti in a forno a microonde per essere una spugna epurato da tutti i suoi batteri. Questo è il risultato ottenuto da uno studio condotto da ricercatori americani dell'Università della Florida. Per farlo :

  1. Verificare sulla confezione che la spugna non contenga alcun materiale metallico;
  2. Immergilo in acqua;
  3. Senza strizzare, mettilo nel microonde per due minuti;
  4. Rimuoverlo con attenzione perché a questo punto è caldo;
  5. Risciacqualo con acqua fredda prima di riporlo.

Grazie a questo accorgimento è possibile mantenere una spugna più a lungo.

Pulite la spugna con acqua bollente

Chi non ha un forno a microonde può semplicemente immergerci la spugna l'acqua portata a ebollizione. Aggiungi quest'acqua gorgogliante un po ' gocce di olio essenziale a base di timo. Questa erba svolgerà sia il ruolo di a antisettico e a antibatterico. Risciacquare bene la spugna in seguito.

Usare la lavastoviglie per pulire una spugna

Un consiglio semplice ma efficace! Per questo metodo, tutto ciò che devi fare è:

  • Metti la spugna in una lavastoviglie durante un ciclo di pulizia convenzionale. Favorisci la posizione nel cestello delle posate e la macchina farà il resto.
  • Centrifuga il più possibile prima di riporlo.

Pulisci una spugna usando l'aceto bianco

Il aceto bianco è un classico prodotto utilizzato in cucina come condimento grazie al suo sapore piccante. Inoltre, è spesso utilizzato come prodotto per la pulizia e lo sgrassaggio. Ecco perché è essenziale in casa. Per pulire una spugna con aceto bianco:

  1. Mettete il pan di spagna in una ciotola contenente metà dell'acqua e metà dell'aceto.
  2. Lascialo riposare per almeno due ore all'interno di questo bagno disinfettante.
  3. Strizzare, quindi risciacquare prima di riporlo.

Affinché l'effetto battericida sia più efficace, puoi riscaldare il set per 2 minuti in un forno a microonde. Prendere le precauzioni necessarie quando si rimuove la spugna. Strizzalo bene prima di usarlo o riporlo. Per intensificare il potere purificante dell'aceto si consiglia di spolverare questa miscela con a mezza tazza di bicarbonato di sodio. Quest'ultimo è noto per assorbire gli odori. Questo trucco uccide sia i batteri cheeliminare i cattivi odori che emana dalla spugna.

Pulite il pan di spagna con il succo di limone

Un metodo naturale ed economico al 100% è quello di utilizzare Limone.

  1. Bollire mezzo litro d'acqua;
  2. Aggiungi uno mezzo bicchiere di succo di limone fretta ;
  3. Immergere la spugna in questa soluzione per sgrassarla a fondo;
  4. Lascia che tutto sieda durante la notte;
  5. Strizzare, quindi risciacquare il giorno successivo;
  6. Marinare ancora per un'ora nel succo di due limoni spremuti;
  7. Strizzare di nuovo senza risciacquare.

Il vantaggio di questo metodo è che lascia in bilico il buon profumo di limone più gradevole di quello dell'aceto bianco. Inoltre, l'acido citrico ha milleuno virtù, tra cui quella di rinfrescare il colore.

Disinfetta la spugna con la candeggina

L'utilizzo dicandeggiare è efficace nella disinfezione di una spugna. Tuttavia, non è consigliabile esagerare, poiché questo tipo di prodotto a lungo andare consumerà la spugna. Questo metodo prevede l'immersione della spugna in una soluzione al 90% di acqua e al 10% di candeggina. Per uccidere gran parte dei batteri, attendere solo dai 5 ai 10 minuti. Trascorso questo tempo, risciacquare semplicemente abbondantemente con acqua di rubinetto e strizzare prima di riporlo.

Come conservare correttamente una spugna?

Ci sono due consigli relativamente semplici per evitare di sprecare una spugna gettandola presto nella spazzatura.

Archiviazione intelligente

Dopo aver pulito correttamente una spugna, deve essere conservata in un luogo pulito e asciutto.

  • Pertanto, evitare di riporlo sotto il lavandino o il suo bordo. L'umidità in esso favorisce la crescita della muffa.
  • Strizzare il più possibile la spugna dopo ogni utilizzo ed evitare di metterla in un contenitore che trattiene l'acqua. Tra due usi, deve davvero asciugare. Quindi, non emetterà un cattivo odore.

Uso giudizioso

Per una conservazione ottimale, si consiglia di limitarsi all'uso con una spugna. Una spugna destinata alla pulizia di un piano di lavoro non deve essere utilizzata contemporaneamente per il bagno. Inoltre, è essenziale avere il riflesso di strizzare bene una spugna dopo l'uso. L'essiccazione al sole è un modo altrettanto naturale per mantenere pulite le spugne.

In ogni caso è possibile fare una riserva per evitare di rimanere senza spugne. Per risparmiare è sufficiente favorire un acquisto in batch o in pack. Inoltre, alcuni marchi ora offrono versioni riciclabili e senza generare sprechi.