Interessante

Come mantenere e pulire da soli il tetto?

Il tetto è una delle parti più importanti di una casa. Protegge dalle intemperie e le conseguenze del suo deterioramento sarebbero catastrofiche per il comfort ... e le finanze. Inoltre, un tetto ben curato è più bello, resistente e impermeabile. Panoramica dei suggerimenti per pulirlo correttamente.

Pulisci il tetto

Quando pulire il tetto?

La pulizia del tetto in Francia è terminata due volte l'anno. Primavera è la stagione ideale per garantire che il manto di copertura non abbia subito danni dalle aggressioni invernali. Questa è anche una grande opportunità per pulire il tetto in preparazione dell'estate. In autunno, è necessario liberare il tetto foglie morte, muschi, muffe, licheni, funghi, eccetera.

Il budget annuale stimato per la pulizia di un tetto è compreso tra 1.000 e 6.200 euro, con a media tra 2.000 e 5.000 euro. L'importo da pagare per la manutenzione è inferiore a quello che serve per rifare il tetto (dieci volte più costoso). Le spese per i prodotti per la pulizia vanno dai 50 ai 100 euro in totale, ma dipendono dalla qualità del prodotto. Essendo l'attrezzatura professionale costosa, è meglio noleggiarla per beneficiare di un budget ridotto. Pulire da soli il tetto costa dai 250 ai 1.000 euro e sottoscrivere un'offerta di manutenzione regolare da un roofer costa dai 10 ai 25 euro al metro quadrato.

Pulisci tu stesso il tetto

La pulizia del tetto da soli viene eseguita in diversi passaggi:

  1. Equipaggiati con un file scala la cui lunghezza supera la sommità della grondaia di almeno un metro;
  2. Indossare buone scarpe da ginnastica per evitare scivolamenti e mettere un cuneo nella parte inferiore della scala;
  3. Utilizzare cesoie da potatura per rimuovere la vegetazione che si è accumulata e sta bloccando la grondaia;
  4. Applicare a antischiuma con un pennello o uno spruzzatore, quindi lasciare agire;
  5. A seconda del tipo di tetto, utilizzare un'idropulitrice ad alta / bassa pressione o una spazzola rigida per rimuovere i detriti;
  6. Installare preventivamente le crapaudine all'estremità della grondaia e gettare i rifiuti in essa;
  7. Applicare un trattamento idrorepellente, quindi risciacquare il tetto con una idropulitrice a bassa pressione.

Fai pulire il tetto da un professionista

Si consiglia di rivolgersi a un professionista per la pulizia di un tetto per beneficiare della sua esperienza. Il colloquio da parte di un professionista si svolge in tre fasi:

  1. Pulizia del tetto con candeggina concentrata o idropulitrice;
  2. Trattamento superficiale con idrorepellente e antischiuma ;
  3. Reimpermeabilizzazione con pittura a base di resina.

L'utilizzo di un commerciante di tetti o di un'impresa di pulizie è più sicuro per coloro che non hanno conoscenze di base sulla manutenzione del tetto. Inoltre, è vietato a una persona pulire il proprio tetto se l'abitazione ha più di un piano o se il pendio è troppo ripido. Un servizio di manutenzione del tetto non comprende l'impermeabilizzazione, la rimozione dell'amianto dal tetto o la sostituzione delle tegole. D'altra parte, il roofer di zinco deve controllare lo stato del tetto durante la pulizia. Il costo di questa operazione varia dai 20 ai 45 euro al metro quadro.

Metodi di pulizia del tetto

La tecnica dell'intervista dipende dal tipo di tetto e dal materiale utilizzato (ardesia, piastrelle, zinco, legno, acciaio, policarbonato).

Sono possibili due metodi per la fase di pulizia.

Pulizia del tetto ad alta pressione

Il pulizia karcher è veloce, efficiente ed efficiente. Con un semplice lancio, il tetto viene ripulito dai detriti. Questo metodo è consigliato per sporco estremo, ma non è adatto a tutti i tetti a causa della potenza del getto. Meglio evitarlo per ardesie e piastrelle che potrebbero indebolirsi, incrinarsi o rompersi. Inoltre, l'effetto di un'idropulitrice non dura abbastanza a lungo. Per prevenire la comparsa di schiume è spesso necessario applicare un trattamento antischiuma.

Pulizia del tetto con candeggina concentrata

Il pulizia con candeggina concentrata è la soluzione più economica, in quanto rimuove istantaneamente la schiuma. Il suo utilizzo è vietato sui tetti di tegole perché la candeggina e il cloro sono prodotti potenti più spesso adatti alla pulizia del pavimento. Il tetto può quindi indebolirsi per semplice contatto.

La fase di trattamento del tetto

La pulizia della superficie del tetto non è sufficiente per mantenerla pulita e in ordine tutto l'anno, indipendentemente dal metodo utilizzato. Licheni e muschi ricompaiono abbastanza rapidamente, quindi inumidiscono i materiali e li rendono porosi. Si raccomanda quindi di farloapplicare un trattamento idrorepellente e antischiuma una volta che il tetto è stato pulito. Questi prodotti combattono l'aspetto del muschio e proteggono il tetto dalla porosità e dall'umidità.

Sono disponibili in commercio diversi prodotti spray antischiuma.

  • Prodotti concentrati e solventi

Il trattamenti antischiuma diluibili con acqua e concentrati sono i più comuni. Sono pronti per l'uso e si applicano al tetto con uno spruzzatore. La pioggia spazzerà via il muschio in modo naturale e graduale.

  • Soluzioni ad azione rapida con risciacquo

Il antischiuma ad azione rapida in quindici minuti liberare il tetto da muschi, funghi, licheni o tracce di inquinamento e richiedere il risciacquo.

  • Trattamenti leave-in

Il soluzioni leave-in agiscono lentamente e sono spesso biodegradabili. Per un'azione efficace, dovrebbero essere applicati durante la stagione secca e calda, poiché i risultati si manifestano dopo due mesi.

  • Trattamenti idrorepellenti

Applicare a trattamento idrorepellente è facoltativo, ma consigliato. Le soluzioni idrorepellenti sono trattamenti preventivi che aiutano a combattere l'umidità. Ritardano la comparsa della schiuma da uno a dieci anni a seconda del prodotto utilizzato e garantiscono la longevità del tetto. I prodotti idrorepellenti sono compatibili con tutti i tipi di tetti (paglia, cemento, tegole o acciaio). Sono disponibili in diversi colori o in una versione incolore. Per quanto riguarda l'applicazione, si fa con più mani di spruzzo o con un pennello, a seconda del prodotto scelto.

Alcuni trattamenti antischiuma incorporano già una formula idrorepellente. Queste soluzioni pratica e economico sono interessanti, ma è meglio chiedere consiglio al roofer o al venditore prima di effettuare qualsiasi acquisto.

La fase di impermeabilizzazione del tetto

Terminate le fasi di pulizia e applicazione del trattamento antischiuma, è possibile aumentare la resistenza del tetto con un rivestimento protettivo. Egli impermeabilizza tutto il tetto dandogli un nuovo aspetto. Questo prodotto protegge i tetti porosi come cemento, ceramica o piastrelle non smaltate dall'invasione del muschio e dagli agenti atmosferici. La pulizia ad alta pressione può indebolire la copertura, è necessario uno strato protettivo. Un rivestimento protettivo preserva il tetto durante dai quindici ai venti anni.

Suggerimento: controlla l'isolamento del tetto

Il tetto è ben isolato? In occasione di a nevicata, si può giudicare, dall'esterno, l'andamento dell'isolamento della casa: se la neve si è sciolta sul tetto mentre è ancora presente su quella dei vicini, è perché la coperta è calda e quindi l'isolamento è non così efficace come dovrebbe ...