Interessante

Rifiuti zero: come limitare l'impatto ambientale di Internet?

Internet è parte integrante della vita quotidiana. Dalla produzione di computer all'invio di e-mail, il suo utilizzo ha un notevole impatto ambientale. È possibile adottare misure per sviluppare una pratica Internet eco-responsabile.

Usare Internet in modo eco-responsabile

Quali sono gli impatti di Internet sull'ambiente?

Internet è utile, sia per studio, lavoro o tempo libero. Tra 3 e 4 miliardi di persone sono costantemente connesse. Chi lo utilizza potrebbe non rendersi conto dell'impatto che Internet ha sull'ambiente. Ogni clic su una pagina web genera consumo. È lo stesso per i video guardati e le e-mail inviate. In effetti, gli scambi di e-mail consumano molta energia, o 24 W / h di consumo per un'e-mail con un allegato. I video visualizzati sui social network consumano di più. Il problema è che diversi miliardi di email vengono scambiate ogni giorno in tutto il mondo. Inoltre, un singolo individuo può trascorrere diverse ore davanti ai video online. Di conseguenza, Internet si presenta come un gigante nel consumo di energia. Il traffico Internet globale continua ad aumentare di giorno in giorno.

La Francia è considerata un grande consumatore in termini di energia. Tuttavia, secondo le statistiche, Internet è molto più avanti. Tutti gli utenti di Internet sarebbero presenti terzo al mondo, subito dietro Stati Uniti e Cina. In pochi anni il consumo di energia degli utenti di Internet potrebbe triplicare. Ciò è dovuto alla notevole crescita del numero di utenti di tutte le età. Lo sviluppo del lavoro e del marketing online non fa che peggiorare la situazione.

Secondo una ricerca, il 4% dei emissioni di gas serra sono legati all'uso di Internet. La metà di queste emissioni di gas sono causate direttamente dagli utenti di Internet. Questa affermazione risulta dallo studio delle infrastrutture fisiche che consentono la fruizione del web. L'impatto ambientale riguarda, in parte, il Centri dati. Questi sono i grandi spazi dedicati all'archiviazione dei dati. Queste anticamere necessitano di un raffreddamento costante. I giganti digitali li hanno tutti. Ciascuno di questi spazi consuma energia equivalente a quella di una città di 30.000 abitanti al giorno. Il costruzione di apparecchiature informatiche produce anche una notevole quantità di emissioni di gas serra. In effetti, la produzione di un laptop emette circa 200 kg. Il suo utilizzo genera da 2 a 4 kg all'anno. Poiché è impossibile utilizzare Internet senza questa apparecchiatura, la loro produzione viene eseguita in massa. Ciò porta all'esaurimento delle risorse naturali. L'estrazione delle materie prime è una delle fasi più inquinanti.

Come limitare l'impatto di Internet sull'ambiente?

L'impatto ambientale di Internet è preoccupante. Le conseguenze stanno accadendo a livello globale e influenzano direttamente l'intero pianeta. Fortunatamente su Internet è possibile inquinare meno grazie a un utilizzo più intelligente ed ecologico.

  • Conserva l'attrezzatura digitale il più a lungo possibile

Senza computer, tablet o smartphone collegati, è impossibile accedere alle reti Internet. La loro produzione rappresenta la percentuale maggiore in termini di inquinamento ambientale. Questa apparecchiatura richiede l'estrazione di una grande quantità di materie prime dalle risorse naturali. Una volta deteriorate, sono anche fonte di inquinamento. Per ridurre l'impronta digitale, ha senso mantenere le apparecchiature IT il più a lungo possibile. UN buona manutenzione li mantiene in buone condizioni e ne prolunga il più possibile la durata. Quando il dispositivo è danneggiato, valutare la possibilità di ripararlo, non di sostituirlo. Se non è più riparabile, è meglio rivenderlo in modo che le parti possano essere riutilizzate.

  • Concentrati sull'archiviazione locale invece di mettere tutto nel cloud

Il cloud è un modo per preservare i dati online. Questo sistema utilizza energia permanentemente per alimentare dal server. Ogni volta che un individuo desidera accedere a uno dei propri dati, anche gli scambi con questo server richiedono energia. Al contrario, la memoria interna richiede pochissimo.

  • Impara a gestire meglio la tua attrezzatura

Sono disponibili diversi suggerimenti per ridurre l'impatto di Internet sull'ambiente. Queste sono piccole cose che fanno una grande differenza. Una delle cattive abitudini da cambiare è lasciare la casella Internet accesa tutta la notte. Ciò rappresenta un consumo energetico non necessario. Anche durante il giorno, è consigliabile spegnilo quando non in uso. Alcuni utenti sono anche abituati a utilizzare reti mobili anche quando è disponibile il wifi. Navigare in Internet utilizzando il Wi-Fi consuma meno energia rispetto all'utilizzo del 4G.

  • Gestisci meglio le email

La posta elettronica è il sistema di comunicazione personale e aziendale più diffuso. Contrariamente alla credenza popolare, rimuoverli non è il modo più efficace per limitare il loro impatto ambientale. Il problema, infatti, sta soprattutto nella scrittura del corpo e nel suo invio. L'impronta di carbonio raggiunge il picco durante la fase di trasporto della posta. Per gestire meglio le email, evita allegati pesanti e il firme di posta elettronica. Quando si scrive un'e-mail, è consigliabile scrivere in formato testo, 12 volte più leggero dell'HTML. Prima di rispondere a un messaggio di gruppo, è anche una buona idea selezionare i destinatari realmente interessati. Quando si tratta di allegati di posta elettronica, è meglio comprimere i file, inviare PDF a bassa risoluzione o sostituire i documenti con collegamenti ipertestuali quando possibile.

  • Limita l'uso dello streaming

Lo streaming si sta pubblicizzando come un gigante potente. I video visualizzati in tempo reale richiedono un file trasferimento di dati grandioso. Inoltre, sono spesso offerti in alta definizione. Gli utenti possono limitare l'utilizzo dello streaming guardando clip o film su altri supporti, ad esempio un disco rigido. Ciò riduce notevolmente l'impatto dello streaming sull'ambiente.

  • Acquista attrezzature parsimoniose

Al momento dell'acquisto di apparecchiature informatiche, è consigliabile informarsi sulla sua produzione e sul consumo di energia. Un laptop, ad esempio, consuma dal 50 all'80% in meno di energia rispetto a un computer desktop. Lo stesso vale per il tablet. Dopo aver acquistato un dispositivo come una webcam, un altoparlante o un microfono, devi anche assicurarti di usarlo regolarmente. Per qualsiasi acquisto, prediligi l'attrezzatura che rechi a etichetta ambientale. Garantiscono che il consumo di energia e l'uso di determinati prodotti pericolosi per l'ambiente siano limitati.

Ecosia, un motore di ricerca ecologico

Ecosia è un motore di ricerca. Questa azienda è stata fondata da Christian Kroll. Questa idea gli è venuta dopo un viaggio in Brasile. È stata colpita dalla devastazione causata dalla deforestazione. Ecosia non assomiglia ai tradizionali motori di ricerca. La sua particolarità? Premia la ricerca svolta dal rimboschimento. In effetti, investe la maggior parte del suo reddito in progetti ecologici. La sua azione riguarda diversi paesi, in particolare Burkina Faso, Perù, Tanzania e Madagascar. Dalla sua istituzione, sono stati piantati più di 75 miliardi di alberi. In media, 45 ricerche ne pianteranno una. Il servizio di ricerca offerto da Ecosia è gratuito. Le emissioni di CO2 dalla sua infrastruttura e dai suoi locali lo sono Neutralizzato al 100%. L'obiettivo di questa impresa sociale è mettere in atto un piano sostenibile per migliorare l'ambiente utilizzando Internet. Questo motore di ricerca non utilizza algoritmi per memorizzare i dati personali degli utenti, un altro grande vantaggio. Si impegna a rispettare la loro privacy e mantenere il loro anonimato. Vieta i cookie e le cache. Il modo più semplice per installare Ecosia è visitare il sito web dell'azienda, Ecosia.org. Il download è gratuito.