Interessante

Come smontare correttamente il tuo cancello: 4 consigli

Esposto al sole, al freddo e ad ogni tipo di condizione atmosferica, il cancello si danneggia rapidamente. Quello in legno invecchia rapidamente e accumula muffe. Il cancello in metallo, nel tempo, perde la sua vernice protettiva e inizia ad arrugginirsi. Per ringiovanirlo prima di dipingere, è essenziale passare attraverso la casella "stripping". Fortunatamente, ci sono semplici consigli per superare questi problemi che influenzano l'estetica e la longevità del cancello.

Spogliare un cancello

Sottaceto con succo di limone e sale

Il lime e sale hanno proprietà antiruggine efficaci. Per spellare adeguatamente il cancello di metallo, assicurandoti rimuovere la vernice residua e le tracce di corrosione, questa soluzione ecologica deve essere adottata. Per fare questo, è sufficiente applicare una miscela di questo prodotto miracoloso sulle zone da trattare. Prima strofinare energicamente con una spugna umida, è importante attendere circa 30 minuti affinché il prodotto agisca. Come promemoria, la soluzione acida può facilmente attaccare la superficie metallica dopo che la ruggine è iniziata. È quindi importante continua a spogliarti mediante l'applicazione di a Soda caustica. Anzi, neutralizza gli effetti dell'acido sul metallo.

Stripping chimico

Il cancello, che è il primo elemento visivo della casa, deve mantenere il suo stato originario. In effetti, a manutenzione periodica aiuta a preservare l'estetica e la durata della porta d'ingresso. Tuttavia, c'è una preoccupazione per la sua posizione. Essendo soggetto ai capricci dell'ambiente esterno, il cancello, indipendentemente dal materiale di cui è composto, si deteriora facilmente. A causa dell'umidità e dell'inquinamento, il cancello di legno viene invaso muffa e invecchiando. Nel caso del rivestimento metallico, la vernice che funge da protezione si sfalda e si forma la ruggine. Per rimediare a questo, la soluzione più semplice è lo stripping. Tra i metodi più adottati, il strippaggio chimico è efficace. L'uso di uno sverniciatore chimico è quindi essenziale a patto di proteggersi occhiali e guanti. È fondamentale seguire alcuni passaggi per rimuovere correttamente il cancello.

Per il cancello in legno:

  1. Usa un pennello per applicare direttamente e abbondantemente lo sverniciatore chimico.
  2. Lascia agire a dieci minuti in modo che lo strato di vernice si ammorbidisca e si gonfia.
  3. Continua con la raschiatura utilizzando una spatola metallica flessibile. Per rimuovere i residui, è preferibile passare a tampone in lana d'acciaio n ° 0.

Per il cancello di metallo:

  1. Applicare uno spesso strato di sverniciatore sulla superficie utilizzando una spazzola piatta di larghezza adeguata alla zona da attaccare. Preferibilmente, opta per un prodotto in gel che non cola. Si attacca alla superficie fino a quando non compaiono gli effetti.
  2. Come per il rivestimento in legno, lo sverniciatore impiega circa dieci minuti per produrre i suoi effetti (vernice deteriorata e con bolle).
  3. Usa una spatola o un coltello da pittore per rimuovere la vernice. L'ideale è puntare su un raschietto con lama intercambiabile più pratico.
  4. Ripetere la sverniciatura in presenza di più mani di pittura. Raschiare eventuali residui di vernice e ruggine depositati nelle cavità con un vecchio cacciavite o una spazzola di ottone a setole morbide.
  5. Per lucidare una superficie piana, è preferibile la spazzola rotonda montata su un trapano o la spazzola metallica dura. Equipaggia il trapano con una spazzola metallica rotante per accedere a parti strette come parti sporgenti.
  6. Rimuovere i resti di rivestimento effettuando una leggera carteggiatura.
  7. Rimuovere i residui di sverniciatore applicando Spirito bianco, ma in piccole quantità.

La crema abrasiva e la spazzola metallica sono anche un'alternativa al prodotto in gel, per lo stripping.

Stripping termico oa caldo

Un'altra tecnica può essere adottata per lo stripping del cancello. A differenza del decapaggio chimico o a freddo, il metodo termico utilizza il calore ed è più facile e veloce da eseguire. L'effetto è simile a quello di decapaggio a freddo : la vernice si ammorbidisce. Ecco i passaggi da seguire:

  1. Combina un ugello di sverniciatura con un raschietto per vernice sulla torcia per distribuire il calore mentre raschia via la vernice ammorbidita;
  2. Regolare il dispositivo fino ad ottenere una breve fiamma blu che non rischia di bruciare la superficie;
  3. Usa un coltello da pittore per rimuovere i resti di vernice;
  4. Applicare un prodotto inibitore che si trasforma in una crosta protettiva;
  5. Carteggiare prima di ridipingere.

Pulire il cancello dopo la rimozione

La pulizia degli utensili è anche una delle fasi di spogliatura del cancello. È importante aver cura di rimuovere i resti dei prodotti utilizzati per preservare l'ambiente. Per fare ciò, è sufficiente immergere per un po 'la spatola e il pennello in un contenitore con solvente. Quindi lasciare asciugare e pulire con carta assorbente. Per i materiali di pulizia utilizzati per la rimozione termica, è sufficiente carta assorbente per strofinare l'ugello dello stripper.

Consigli pratici per smontare adeguatamente il tuo cancello

Lo spogliare del cancello richiede pazienza e alcuni preparazione, sia per i materiali da utilizzare (pennello, pennello, ecc.) sia per il budget relativo all'acquisto di prodotti essenziali. Per proteggersi dagli impatti delle sostanze chimiche sulla salute, è fondamentale procurarsi attrezzature come guanti isolanti, il Occhiali protettivi e un copertura della bocca. Il pavimento deve anche essere protetto da residui di pittura. L'ideale è installare un telo protettivo per raccoglierli.

I residui chimici sono classificati come DMS (rifiuti domestici speciali). Si consiglia vivamente di riporli in un contenitore di plastica e riportarli al centro di riciclaggio. Fai attenzione a non gettarli nella spazzatura.

Per rimuovere le parti smontate, è meglio immergerle direttamente nella sostanza chimica. È sufficiente rispettare il tempo indicato dal produttore per percepirne gli effetti e terminare con una pulizia con solvente.

Per quanto riguarda la frequenza dello stripping, è preferibile farlo due volte l'anno. L'ideale è puntare alle uscite estive e invernali. Una regolare manutenzione manterrà il cancello in buone condizioni assicurandone la funzionalità per lungo tempo. Pertanto, le spese future saranno meno importanti, sia che si tratti di lavori di pittura o di qualsiasi altro progetto di ristrutturazione.