Interessante

Come fare da soli una spugna giapponese?

Tutti i consigli verdi sono utili per ridurre le spese e pensare al riciclaggio. Molti non lo sanno, ma le spugne sono sia una spesa quotidiana che un bisogno fondamentale nella vita di tutti i giorni. Grazie ad un'invenzione giapponese, è possibile realizzarne uno chiamato tawashi. Come riuscire in questo fai da te?

Prepara un tawashi

Un tawashi realizzato con indumenti di cotone

È possibile restituire un seconda vita ai vecchi vestiti riutilizzandoli per le faccende domestiche. Fare una spugna giapponese è uno di questi. Questo accessorio è semplice da realizzare e non richiede materiali complessi per la sua fabbricazione. Devi solo avere a tua disposizione:

  • una tavola di legno;
  • Chiodi ;
  • un martello ;
  • forbici;
  • vecchi vestiti, preferibilmente di cotone.

Ecco le fasi della realizzazione:

  • Per creare un file telaio : questo strumento è la base per tessere i tawashi. Inoltre, può essere riutilizzato molte volte per realizzare spugne giapponesi. I materiali da avere a portata di mano sono: una tavola di legno, un righello, una penna, 20 chiodi e un martello. Sulla superficie del piatto, devi prima disegnare con il righello e la penna un quadrato della misura che preferisci. Quindi, i chiodi devono essere martellati su ciascun lato del quadrato, cioè 5 chiodi per ogni lato opposto. Ciò fa un totale di 20 chiodi per il telaio. Inoltre, la distanza tra i chiodi dovrebbe essere uguale per tutti i lati per ottenere un tawashi uniforme. Per quanto riguarda le dimensioni, varia a seconda della piazza. Più è piccola, più piccola è la spugna giapponese e viceversa. Niente di più facile da realizzare!
  • Ritaglia i vecchi vestiti: Usando un paio di forbici, ritaglia le maniche di una maglietta dello stesso spessore, circa 2 cm. È possibile prendere abiti di diversi colori in modo da evidenziare la tessitura e dare un tocco più estetico. Inoltre, sono necessarie 10 maniche di maglietta per realizzare il tawashi.
  • Procedi alla tessitura: installando le prime 5 strisce di tessuto sul telaio, può iniziare la prima fase di creazione del tawashi. Quindi, il resto delle fasce deve essere intrecciata con quelle già presenti sul dispositivo in modo da creare una piccola ragnatela di tessitura. Infine, raggruppa tutti i nodi insieme in modo da ottenere un solo nodo finale dedicato all'appendiabiti. È necessario tirare bene tra le strisce in modo che lo smalto sia ben sigillato.

Fai da te: un tawashi con i calzini

Non sono solo vecchi vestiti che possono essere usati per fare un tawashi. Il vecchi calzini in giro hanno anche la capacità di diventare spugne giapponesi per le faccende domestiche. Il processo è lo stesso della creazione di una spugna da una vecchia maglietta. Tuttavia, è possibile ridurre le dimensioni del telaio per ottenere tawashi di dimensioni inferiori.

Inoltre, non è più consigliabile buttare via quei vecchi calzini e vestiti, perché è ora di farlo raccolta differenziata ! Ogni materiale ora ha la possibilità di essere riutilizzato in un'altra area. Questi includono, tra le altre cose, il consumo modo ecologico limitando gli sprechi e la produzione di rifiuti.

Tutorial: lavorare a maglia il tuo tawashi

Per coloro che hanno una buona padronanza dell'arte del lavoro a maglia, è possibile anche un tawashi lavorato a maglia fai-da-te. Il sistema rimane lo stesso della creazione di una spugna giapponese utilizzando un telaio. L'unica differenza è il materiale utilizzato, che è un batuffolo di cotone per maglieria e un ferro da calza. In effetti, è preferibile primeggiare i materiali di cotone per anticipare il lavaggio e il comfort quando si utilizza il tawashi.

Uno dei vantaggi del tawashi fai-da-te con il lavoro a maglia è l'aspetto estetico della spugna. È infatti possibile dargli tutte le forme e i colori desiderati. Tutto dipende dalla sua ispirazione e dai suoi desideri per definire anche la dimensione. Tuttavia, sarebbe meglio giocare con colori più caldi per differenziare tra le tante spugne presenti in casa. È anche possibile assegnare un codice colore per le faccende domestiche: giallo per la cucina, verde per la casa, blu per il bagno, rosso per il garage, ecc.

Per coloro che non sono bravi a lavorare a maglia, è possibile imparare rapidamente quest'arte. Esistono molti tutorial e video per imparare a maneggiare correttamente l'ago. Dopo alcuni tentativi falliti e tutto è finito!

Perché usare un tawashi?

Una modalità di consumo ecologica consiste in ridurre la spesa frivola che può generare una grande quantità di rifiuti. Le spugne vendute nei negozi sono una di queste, ma sono comunque utili per i lavori domestici. Gli avidi conservazionisti hanno quindi trovato un trucco più ecologico per sostituire questi accessori per la pulizia con i tawashi.

La spugna giapponese è una pratica eco-responsabile a cui dovrebbe essere data priorità per non aumentare la produzione di lettiera. Il suo utilizzo si basa su un riciclaggio pratico e divertente. I tessuti usurati che vengono riutilizzati per sostituire la spugna acquistata in negozio riducono ulteriormente le spese quotidiane. Senza contare che la maggior parte di questi prodotti sono di origine sintetica con la trasformazione di polimeri per spugne poliuretaniche. Certo, ci sono anche spugne realizzate con prodotti naturali, ma i loro costi rimangono alti.

Pertanto, il tawashi vuole essere un'alternativa utile e pratica al consumo eccessivo di prodotti sintetici. Per non parlare del fatto che questa spugna deve solo passare attraverso la lavatrice per essere di nuovo come nuova. In effetti, il lavaggio è molto semplice. Se sulla spugna si sono accumulati macchie di olio o pesanti depositi di grasso. Un piccolo salto nella macchina e la spugna esce pulita. Per il tawashi destinato ai piatti, è necessario strizzarli bene e appenderli per evitare che si ammorbidiscano facilmente.

D'altra parte, i vestiti inutilizzati e altri tessuti lasciati in giro per casa possono trasformarsi in tawashi. Pertanto, l'acquisto di spugne commerciali diventa inutile. Che in somma equivale a risparmiare denaro a lungo termine.