Interessante

Come riciclare le cartucce di inchiostro della stampante?

In un momento in cui l'ecologia è al centro dell'attenzione, non si tratta più di buttare via tutto dopo l'uso. Nel caso particolare di materiali di consumo come le cartucce d'inchiostro vuote, questi oggetti devono essere riciclati per inquinare meno il pianeta. Allora dove riportarli? Come dare loro una seconda vita? Zoom sul soggetto.

Ricicla le cartucce d'inchiostro

Perché riciclare le cartucce d'inchiostro vuote?

Il numero di cartucce d'inchiostro utilizzate nel mondo è 1,1 miliardi all'anno. Una cifra enorme che, automaticamente, corrisponderà alla quantità di rifiuti generati se non viene effettuato alcun riciclo. Pertanto, la raccolta delle cartucce d'inchiostro per stampante è essenziale per limitare l'inquinamento del pianeta. Per ogni cartuccia, un singolo riutilizzo ridurrebbe questo tipo di rifiuti del 50% o una riduzione di 550 milioni di cartucce vuote nella spazzatura. Un passo già importante verso un ambiente più sano.

In effetti, per quanto riguarda il loro impatto sull'ambiente, le cartucce d'inchiostro vuote costituiscono un rifiuto piuttosto speciale. Si tratta di rifiuti industriali che contengono prodotti molto tossici. Le cartucce contengono tra l'altro ossido di ferro, alluminio e residui di inchiostro. Sostanze nocive, non solo per la natura, ma anche per l'organismo umano.

Dovresti anche sapere che la plastica utilizzata per le cartucce d'inchiostro standard non è biodegradabile. Ci vogliono circa 1000 anni per decomporsi.

Si noti che la produzione di cartucce d'inchiostro passa attraverso lunghi processi industriali. Una singola cartuccia di inchiostro laser richiede quindi 3,5 litri di petrolio per essere perfezionata. Poiché i bisogni in quest'area sono particolarmente elevati, il minimo sarebbe riciclarli il più possibile per ridurre i consumi energetici, ma anche per ridurre al minimo i danni al pianeta.

Dove posso lasciare le cartucce d'inchiostro vuote?

Dopo l'uso, le cartucce di inchiostro della stampante possono essere inviate al riciclaggio in diversi modi:

  • La soluzione più semplice è depositarli con il file punti vendita o in grande superficie. Alcuni marchi offrono contenitori appositamente dedicati alla raccolta di cartucce vuote. Coloro che sostengono lo sviluppo sostenibile arrivano persino a offrire sconti o fornire vari vantaggi in cambio, come forma di motivazione;
  • È anche possibile restituire le cartucce vuote direttamente ai rispettivi produttori. Ad esempio, i marchi Lexmark, Epson e persino Hewlett-Packard offrono di recuperare le cartucce dopo l'uso. Questa opzione offre il vantaggio di un riciclaggio sicuro per i materiali di consumo, a cui verranno assegnati nuovi ruoli. Come bonus, alcuni produttori sono orgogliosi di rendere più facile per gli utenti e organizzare le raccolte per posta. Proprio come i negozi, anche i marchi offrono vari vantaggi come ad esempio sconti sull'acquisto;
  • Per gli utenti regolari, un altro consiglio è da fare riempire le cartucce vuote nei negoziè specializzato. In effetti, questa opzione è molto più economica rispetto all'acquisto di nuove cartucce. Ma in questo caso, è necessario assicurarsi che le cartucce siano in buone condizioni usate;
  • Per guadagnare allo stesso tempo, è anche sufficiente rivendere cartucce vuote. Le transazioni possono essere effettuate sia su siti di vendita tra privati ​​che in negozi specializzati in materiali di consumo. Ovviamente non dobbiamo sperare di recuperare l'intero prezzo di acquisto. Tuttavia, le cartucce di inchiostro della stampante vuote possono valere pochi dollari;
  • Alcuni associazioni o enti di beneficenza opera anche nel recupero e riciclo dei consumabili vuoti. Pertanto, le cartucce di inchiostro possono essere collocate lì per una buona causa;
  • In qualche ambienti di lavoro, a volte sono disponibili contenitori di raccolta specifici per contenere le cartucce di inchiostro usate. Pertanto, i lavoratori non devono guardare lontano per inviarli al riciclaggio. Dopo ogni utilizzo, è sufficiente posizionare le cartucce vuote negli appositi contenitori. Spetta quindi all'azienda inviarli a uno specialista del riciclaggio. Per la maggior parte delle scatole, i professionisti del settore raccolgono regolarmente i materiali di consumo vuoti in loco;
  • Le cartucce vuote possono anche essere lasciate cadere presso i centri di riciclaggio che offrono un servizio di recupero tutto l'anno. Questo tipo di luogo è responsabile dello smistamento dei rifiuti raccolti per il riciclaggio;
  • Infine, ci sono anche collezionisti e rigeneratori che lo sono professionisti specializzati nel riutilizzo. Queste organizzazioni sono orgogliose di dare a oggetti, come le cartucce d'inchiostro, una seconda vita. Si occupano dell'intero processo di riciclaggio, dal recupero al riutilizzo dei materiali di consumo. Offrono numerosi vantaggi, tra cui un notevole risparmio energetico rispetto alla produzione di nuovi materiali di consumo. A differenza dei soggetti privati, mettono a disposizione dei consumatori anche fogli informativi e contenitori, il che facilita notevolmente il loro compito.

La lavorazione avviene come segue:

  • Le cartucce d'inchiostro vuote devono essere spedite per pacco o consegnate direttamente al raccoglitore, con l'indicazione del numero di cartucce contenute all'interno;
  • Vengono poi smistati prima di essere rimessi in funzione o, se necessario, prima di essere riciclati.

Come funziona il processo di riciclaggio?

Il riciclaggio delle cartucce di inchiostro della stampante segue una procedura molto specifica. Una volta raccolti i materiali di consumo, sono ancora necessari diversi passaggi prima che siano riutilizzabili. Inoltre, alcuni di essi non lo saranno più, ma saranno dedicati a un altro sistema di riciclaggio.

Quindi, ecco le fasi del trattamento:

Le cartucce vengono ordinate in base al fatto che siano danneggiate o meno.

  • Per le cartucce riutilizzabili:
  1. Vengono completamente privati ​​dell'inchiostro rimanente;
  2. Vengono puliti, tramite centrifuga, vapore o sistema ad ultrasuoni;
  3. Poi viene la fase di verifica, in particolare per quanto riguarda la loro tenuta;
  4. Se la cartuccia è impermeabile, può ricevere nuovo inchiostro, che verrà iniettato al suo interno. In caso contrario, verrà classificata tra le cartucce danneggiate;
  5. Una nuova etichetta viene quindi apposta sul file cartuccia di inchiostro riciclato ;
  6. La nuova cartuccia viene venduta nei negozi come qualsiasi nuova cartuccia.
  • Per le cartucce non riutilizzabili:
  1. Vengono completamente svuotati, quindi puliti;
  2. I suoi componenti vengono trattati separatamente a seconda della loro natura:
  • I materiali che presentano un certo pericolo lo sono isolato da trattare con cura. Alcuni elementi vengono in particolare riciclati nell'ambito del recupero energetico;
  • I materiali riciclabili vengono rielaborati per ridiventare materie prime e partecipare così a nuovi progetti produttivi.
  • Infine viene inviato il rifiuto definitivo, che non consente di prevedere né il riutilizzo né il recupero energetico un centro di discarica tecnica.