Interessante

Come fare da soli una lampada a cherosene?

Vero elemento decorativo, la lampada a cherosene sta gradualmente sostituendo le lampade a olio spesso disordinate. Un'alternativa economica alle lampadine, può essere utilizzata su un terrazzo così come in un giardino o un balcone per un look sia rustico che moderno. Per goderselo senza dover spendere una fortuna, ecco alcuni semplici ma efficaci consigli di creazione.

Lampada a olio

Zoom sulle lampade a cherosene

La lampada a cherosene è stata inventata dal farmacista polacco Ignacy Lukasiewicz nel 1853. Questo apparecchio è composto da un serbatoio, contenente cherosene, che sale verso il beccuccio tramite uno stoppino. Il tutto è coperto da un camino in vetro. Questa lampada a fiamma illuminante presenta il stesse caratteristiche di una lampada a olio, sebbene più semplificato, in particolare grazie alla fluidità del petrolio e alla sua capacità di unire lo stoppino per azione capillare.

I diversi tipi di lampade a cherosene

Esistono diversi tipi di lampade a cherosene:

Lampade a cherosene per l'illuminazione domestica

In Europa le lampade a cherosene avevano uno stoppino cilindrico, con un particolare ugello e vetro a seconda del tipo:

  • Il becco di matador, con un disco orizzontale, presenta una fiamma ampia. Il vetro ha un caratteristico rigonfiamento per ventilare la fiamma
  • Il Bocchino Kosmos è dotato di un vetro strozzatore, che allunga la fiamma in altezza per migliorare l'efficienza luminosa

Lampade uragano

La lampada Hurricane è una lampada a cherosene trasportabile sormontato da una protezione antifiamma contro il vento. Nel corso del XX secolo sono stati utilizzati due modelli ad aria di ricircolo:

  • Il vecchio tipo, in particolare con ricircolo d'aria calda
  • Il modello attuale, più efficiente, con ricircolo d'aria fredda

Queste due varianti hanno lo stoppino piatto e sono ricoperte da un vetro curvo più o meno a forma di pera o allungato.

Lampade a pressione

La lampada a pressione, scoperta nel 1885 dal fisico austriaco Carl Auer von Welsbach, si distingue per l'uso di un manica incandescente nelle terre rare, in particolare torio, cerio, poi ittrio. Questa manica è in grado di producono una grande luminosità, che può anche competere con l'illuminazione elettrica. I modelli portatili sono dotati di un serbatoio, una pompa per spingere l'olio al bruciatore, quindi sormontati da un vetro cilindrico.

Le lampade a pressione si classificano in tre famiglie principali:

  • Lampade a cherosene inglesi
  • Lampade a cherosene tedesche
  • Lampade americane e canadesi

Lampada a cherosene a manica incandescente: funzionamento

Una volta che la ciotola della lampada è piena di un litro di petrolio, lo è pressurizzazione da uno pompa incorporata. Carburante passa attraverso il tubo di ottone, visibile attraverso il vetro prima di passare attraverso un anello tubolare: il spray. Posizionato sopra la sorgente luminosa, il vaporizzatore è sottoposto ad una temperatura elevata. Questo costituisce il cuore della lampada assicurando la trasformazione del petrolio liquido in gas di petrolio sotto l'influenza del calore. Grazie a a debito perfettamente regolamentato da un ugello calibrato, la miscela tra il gas e l'aria è perfettamente equilibrato. Questa tuta viene quindi spinta nella manica luminescente attraverso a bruciatore in ceramica. Associato al metal del gruppo di terra rara, questo produce luce visibile dal grande calore della fiamma.

Con la sua perfetta combustione, la lampada produce un'illuminazione potente di circa 400 watt e un grande calore, il tutto senza fumo né odore. Un litro di olio fornisce circa 10 ore di durata della batteria.

Questo dispositivo risalente al 1909 ha beneficiato di alcuni sviluppi per una maggiore affidabilità ed efficienza.

Lampada a cherosene: consigli per l'uso

Per funzionare, è importante impregnare bene lo stoppino della lampada a cherosene. Prima di accenderlo, il controllo del serbatoio è necessario. L'obiettivo è assicurarsi che la punta sia perfettamente immerso nell'olio e assorbe di questo carburante. È inoltre necessario controllare il file livello del serbatoio e lo stato dello stoppino. In effetti, uno stoppino essiccato richiede alcuni minuti prima di essere in grado di assorbire abbastanza olio. Per spegnere è sufficiente sollevare il bicchiere, diminuire la dimensione dello stoppino nel bruciatore oppure soffiare sulla fiamma. È vietato l'uso di petrolio puro.

Fai da te: una lampada a cherosene con un filo di cotone

Ecco i passaggi per realizzare una lampada a olio con un filo di cotone in pochi semplici passaggi:

Il materiale richiesto:

  • Un martello
  • Un grande chiodo
  • Un barattolo e il suo coperchio
  • Una filo di cotone
  • Forbici
  • Un accendino

Le fasi di lavorazione

  1. La prima operazione è quella di fare un buco nel coperchio di un barattolo con un martello e un chiodo.
  2. Assicurati che lo spessore della corda sia maggiore di questa perforazione per un migliore fissaggio.
  3. Taglia lo spago a una lunghezza almeno pari all'altezza del barattolo. Versa l'olio nel barattolo.
  4. Lasciala stoppino per immergere nel carburante per alcuni minuti in modo che sia ben impregnato.
  5. Inseriscilo nel foro del coperchio, fornendo a margine di 1 o 2 cm.

Lampada a cherosene con filo

Il materiale richiesto:

  • Un barattolo o un barattolo di vetro
  • Benzina
  • Di filo di cotone o a stoppino
  • Di filo
  • Un paio di forbici
  • Pinze da taglio

Le fasi di lavorazione

  1. Introduci il filo di cotone o lo stoppino nel barattolo in modo che raggiunga il fondo.
  2. Notare il diametro dell'apertura del contenitore. Fornisci un filo che misuri il doppio della lunghezza per tenere lo stoppino teso. Considera 1 o 2 cm in più.
  3. Preferisco un filo nudo e in materiale inossidabile per prevenire l'inalazione di composti nocivi sotto l'effetto del calore.
  4. Taglia il filo con le pinze.
  5. Una volta piegato a metà il filo, inserite al centro lo stoppino, lasciando un margine di circa 2-3 cm.
  6. Lega le due estremità del filo per trattenere meglio lo stoppino.
  7. Versare l'olio a ¾ del barattolo.
  8. Aspetta che lo stoppino assorba il carburante.
  9. Accendere.

Lampada a cherosene con barattolo e tappo

Il materiale richiesto:

  • Un barattolo di vetro o un barattolo
  • Un cutter
  • Uno stoppino o un filo di cotone intrecciato
  • Un paio di forbici
  • Un tappo di sughero
  • Un martello e un chiodo
  • Benzina
  • Un po 'd'acqua

Le fasi di lavorazione

  1. Prendi un tappo da una bottiglia di vino o champagne.
  2. Con un cutter, fai un giro di circa 1-2 cm.
  3. Fai un taglio nel tappo.
  4. Introduci la punta del trapano nel foro.
  5. Versare l'olio nel barattolo ¾.
  6. Lascia galleggiare il tappo sulla superficie del liquido.
  7. Accendere.