Interessante

Come sbloccare un lavandino: 7 consigli pratici

Un lavandino intasato è un problema che spesso si può incontrare in cucina o in bagno. Prima di assumere un idraulico, è meglio utilizzare alcune tecniche che aiutano a sbloccarlo da soli. Ecco tutti i nostri consigli facili ed efficaci per sbloccare il lavandino o il lavandino.

Impara a sbloccare il lavandino e i tubi

Sblocca un lavandino usando acqua bollente

Questa tecnica risulta essere la più semplice. Consiste nel versare un'intera pentola di ’acqua bollente direttamente nel lavandino. L'acqua bollente verrà utilizzata per diluire il sapone rimane all'interno e allo stesso tempo lo sblocca se l'intasamento non è eccessivo.

Sbloccare un lavandino con una ventosa

Ecco i passaggi da seguire per utilizzare questo metodo:

  1. Tappare il file foro di troppopieno utilizzando un panno umido per non far passare aria;
  2. Posizionare la ventosa sopra il tappo;
  3. Riempi d'acqua il fondo del lavello in modo che copra completamente la gomma della ventosa;
  4. Premere energicamente prima sollevare e scendere la ventosa per effettuare una richiesta d'aria;
  5. Ripetere movimento fino a quando il lavello è completamente vuoto.

Sbloccare un lavandino in modo naturale

Questo processo non richiede l'uso di sbloccanti chimici, ma prodotti naturali. Sono applicabili due metodi e funzionano piuttosto su lavandini leggermente ostruiti:

  • L'uso di fiocchi di soda caustica:

Paga l'equivalente diun bicchiere intero di Soda caustica spolverare sul tappo e aggiungere sopra una pentola intera di acqua bollente. Si consiglia di indossare guanti durante questa operazione.

  • Usando bicarbonato di sodio, acqua bollente, aceto bianco e sale:

pagare un cucchiaio di bicarbonato di sodio e la stessa dose di sale nel tubo prima di aggiungere un bicchiere intero di aceto bianco per creare una reazione. Lascia agire per poco più di 30 minuti e poi versare 1 litro di acqua bollente per sciacquare il tutto.

Sbloccare un lavandino utilizzando uno sblocco chimico

Nel caso in cui l'acqua bollente non abbia effetto sul lavello intasato, l'uso di a sbloccante chimico è raccomandato. Quest'ultimo è solitamente in forma solida, liquida o gel. Ecco i passaggi da seguire quando si utilizza questo prodotto:

  1. Versare la quantità appropriata di sbloccante chimico nel tubo del lavandino;
  2. Attendere che il prodotto agisca eliminando le impurità;
  3. Risciacquare facendo scorrere l'acqua attraverso il tubo.

Oltre ad essere semplice, questa soluzione lo è anche veloce. Tuttavia, è necessario prestare attenzione, poiché gli sbloccanti chimici di solito sono altamente tossico e possono anche danneggiare il file aree di plastica tubi. È quindi consigliabile consultare le loro istruzioni e prendi tutte le precauzioni necessarie quando li indossi guanti per evitare ustioni.

Se questa soluzione non si rivela efficace contro l'intasamento del lavello, l'uso del ventosa è necessario. Prima di utilizzarlo, è meglio assicurarsi di aver rimosso tutto il prodotto chimico poiché, durante la manipolazione della ventosa, potrebbero esserci degli schizzi.

Sbloccare un lavandino usando un furetto

Se il lavello è intasato oltre il sifone, l'alternativa è il furetto. È uno strumento con un gambo metallico flessibile con un'estremità armata di un filo simile a un cavatappi o piccole spazzole. Usando movimenti rotatori, il furetto cattura i rifiuti e sblocca il lavandino. Ecco come utilizzare efficacemente un furetto:

  1. Controlla in anticipo che la testa del furetto si adatti facilmente al curva del sifone poiché non dovrebbe rimanere bloccato lì. Nel caso in cui il furetto non si adatti o la canna risulta essere troppo corta, è meglio smantellare il sifone per far passare l'asta attraverso questa apertura.
  2. Maneggia il furetto finché non tocca l'ingorgo. Quest'ultimo sarà raggiunto una volta che il asta non si muoverà oltre e sarà meno facile girare.
  3. Insisti con movimenti rotatori per appendere correttamente i rifiuti sul furetto.
  4. Rimuovi il furetto dal tubo. Il rifiuti dovrebbe essere alla fine.
  5. Fai scorrere l'acqua ad alta pressione per assicurarti che tutto sia stato rimosso.

Sblocca un lavandino rimuovendo il sifone

Smontare il sifone da un lavandino è una soluzione piuttosto drastica. Tuttavia, è anche efficace. Il sifone è il dispositivo che si trova sotto il lavello, tra il tubo e lo scarico. Il suo ruolo è conservare l'acqua in modo permanente per fermare l'odore proveniente dal tubo di evacuazione. Di solito si presenta come Forma a S o bottiglia.

L'ultima generazione di sifoni ha l'estensione vite di spurgo che facilita lo sblocco. Per smontare un sifone per lavandino, procedere come segue:

  1. Installa un file bacino sotto il sifone per raccogliere l'acqua immagazzinata al suo interno;
  2. Svitare il sifone;
  3. Rimuovi il rifiuti provocando l'ostruzione e riavvitare il sifone dopo averlo pulito.

Durante questa operazione è importante assicurarsi che il file foca è al suo posto prima di riavvitare il sifone. In caso contrario, potrebbe essere caduto nella vasca durante lo svitamento.

Lo smantellamento di vecchi modelli il sifone viene eseguito come segue:

  1. Svita il file anelli di collegamento dove il noccioline che tengono il sifone con una chiave regolabile. È meglio proteggere la superficie dei dadi con adesivo quando li si svita per non danneggiarli.
  2. Terminare svitando a mano.
  3. Rimuovi il rifiuti causando il blocco nel sifone.
  4. Reinstallare il sifone serrando prima i dadi con la mano.
  5. Finisci di avvitare con a pinze stringendo bene.

Sbloccare un lavandino con un tubo da giardino

In assenza di prodotti e strumenti, è anche possibile sbloccare un lavello utilizzando un semplice tubo da giardino. Ecco come farlo per questo metodo:

  1. Spingi il tubo da giardino nello scarico del lavandino intasato.
  2. Apri l'acqua dal tubo da giardino per eliminare l'ostruzione.
  3. Se necessario, non esitare a eseguire movimenti avanti e indietro con il tubo.

Fai attenzione, se il tubo è molto ostruito, l'acqua può schizzare ovunque.