Interessante

Come sbarazzarsi del marciume secco piangente?

L'invasione del marciume piangente è poco appariscente, ma distruttiva. È probabile che una casa infestata contamini il suo vicino. Nocivo per gli edifici e la salute umana, questo fungo distruttivo deve essere trattato adeguatamente. Un'infestazione non trattata può portare al crollo di strutture in legno come telai e scale.

Combatti contro il marciume piangente

La biologia del marciume secco

Il Il marciume secco piangente è un fungo macroscopico, chiamato anche "funghi a cappello". Il marciume secco di solito cresce negli edifici. Fungo lignivoro, lo è nutre il legno e allena il suo decomposizione. Attacca sia le conifere che i legni duri. Alcune caratteristiche biologiche consentono al marciume secco di invadere un edificio. All'inizio della sua crescita, il marciume secco si sviluppa come un micelio che si diffonde all'interno della muratura e del legno, principalmente in aree poco ventilate e ristrette del piano terra e del seminterrato. Il marciume secco può infiltrarsi giunti in muratura trasportare nutrienti e acqua dal substrato infestato per una distanza di diversi metri utilizzando le corde del suo micelio. In questo modo, attacca i materiali asciutti nell'edificio contaminato, soprattutto nelle aree scarsamente ventilate.

Gli sporofori si formano quando le condizioni sono sfavorevoli per il proliferazione del micelio. Queste sono strutture a forma di crepe che sono lanose o imbottite in consistenza. Sono di colore bruno fulvo, ocra rossastro o grigiastro con un margine bianco. Le goccioline d'acqua colano ai loro margini, da qui l'aggettivo "pianto". L'esposizione alla luce gli conferisce un colore giallo o malva. La formazione di sporofori su superfici esposte come muratura, battiscopa e telai di porte è spesso indicativa di infestazione da marciume secco. Luoghi confinati e invisibili sono già colonizzati.

Gli sporofori producono spore sessuali chiamate anche basidiospore. Questi vengono rilasciati nell'atmosfera e vengono poi depositati sulle superfici vicine. Il marciume secco si diffonde principalmente attraverso la produzione di basidiospore. Si noti che la proliferazione del micelio è limitata all'interno dell'edificio infestato.

Inoltre, il marciume secco si sviluppa e sopravvive producendo rizomorfi e artrospore. Questi consentono a questo fungo parassita di sopravvivere fino al ritorno di condizioni favorevoli alle fondamenta della muratura o ai legni infetti.

Per favorirne la proliferazione, devono essere soddisfatte determinate condizioni ambientali, la più importante delle quali è umidità cronica del legno. Questo fungo parassita prospera in una stanza non ventilata e umida. I danni causati dall'acqua o un soggiorno prolungato favoriscono l'infestazione. Il marciume secco distrugge le strutture in legno come telai, scale, partizioni, soffitto e battiscopa. La lavorazione del legno infestata perde la sua rigidità e successivamente si degrada. Inoltre, questo il fungo lignivoro è pericoloso per la salute, perché provoca problemi respiratori, allergie e asma.

La crescita di questo fungo parassita è ottimale intorno ai 20 ° C.. Si rallenta fino a circa 26 e 27 ° C e si ferma tra 27 e 28 ° C. Inoltre, una temperatura compresa tra 1 e 5 ° C arresta la crescita. Questa condizione termica spiega la sua proliferazione nelle regioni temperate, in particolare in Giappone, Europa (nelle regioni situate a est, centro e nord), Corea, Pakistan, India, Siberia, sud della Francia. Australia, Nuova Zelanda, Messico, Canada e gli Stati Uniti settentrionali.

I segni che consentono di rilevarli sono la presenza:

  • Legno dall'aspetto cotonoso;
  • Legno ammorbidito e frammentato in piccoli cubetti;
  • Legno di colore marrone;
  • Palline biancastre e fibrose;
  • Un odore di funghi nella stanza;
  • Tramezzi e zoccoli storti.

Si consiglia vivamente di farlo chiama un professionista eseguire una diagnosi a secco dopo la conferma della sua presenza per identificare l'entità delle misure correttive necessarie. Il diagnostico identificherà le cause e l'entità dell'infestazione nonché i possibili trattamenti. Questa diagnosi è addebitabile e valida per 6 mesi. Può anche essere richiesto per la vendita di immobili, ma non è obbligatorio.

Come prevenire il marciume secco?

Considerando le caratteristiche biologiche del marciume secco, le principali condizioni ambientali da controllare in un edificio al fine di prevenirne la crescita e i relativi danni sono ventilazione, temperatura e soprattutto umidità. Gli edifici a rischio sono quelli da molto tempo disabitati e che hanno ricevuto poca manutenzione, ma anche quelli scarsamente ventilati e che hanno subito danni strutturali che favoriscono le infiltrazioni d'acqua. Gli edifici che vengono regolarmente manutenuti, sufficientemente ventilati e senza persistenti problemi di umidità sono esenti dall'infestazione da marciume secco.

Si raccomanda anche di farlo verificare la presenza di perdite d'acqua può danneggiare le pareti. Inoltre, trattare regolarmente la lavorazione del legno è di grande aiuto per prevenire la comparsa di marciume secco.

Come trattare il marciume secco?

I trattamenti anti marciume secco variano a seconda del loro stadio di sviluppo. In genere, il file crescita del marciume secco e degrado del legno che provoca cessi quando i materiali bagnati si sono asciugati e le fonti di umidità negli edifici vengono eliminate. È stato dimostrato che questo fungo parassita muore oltre le 3 settimane quando l'umidità nella zona infestata è inferiore al 22%. Dopo aver rilevato la sua presenza, è opportuno eseguire un trattamento curativo punzonando le pareti al fine di ridurre l'espansione del decadimento. Per fare ciò, sono possibili diverse soluzioni:

  • Ripristina un file clima salubre nell'edificio contaminato migliorando la ventilazione, l'isolamento, l'essiccazione della lavorazione del legno;
  • Distruggi e sostituisci la lavorazione del legno infestata;
  • Rintraccia ed elimina i rizomorfi usando la fiamma di una fiamma ossidrica.

Per prevenire la crescita e i danni causati dal marciume secco, l'uso di a fungicida per il trattamento del legno sano è altamente raccomandato. Per applicarlo è imperativo proteggere le mani e il viso dalle proiezioni. Il trattamento inizia con la rimozione di tutte le parti infestate, inclusi lavori in legno, pareti e pavimenti. Gli elementi interessati verranno passati con una torcia per estirpare eventuali rizomi. Il trattamento fungicida verrà applicato in superficie o in profondità a seconda del grado di infestazione. Si noti che il legno infestato verrà perforato per subire un trattamento di iniezione.

Inoltre, non è consigliabile:

  • Pulire la falegnameria infestata utilizzando candeggina, perché lungi dall'ucciderla, questa soluzione accelera la crescita del fungo;
  • Raschiare il marciume secco per evitare di contribuire allo sviluppo del fungo rilasciando spore nell'atmosfera.