Interessante

I luoghi e gli utensili più sporchi della cucina

Contrariamente a tutte le aspettative, la cucina non è la stanza più pulita della casa. Contiene una moltitudine di oggetti sporchi che favoriscono la proliferazione dei germi perché entrano in contatto con gli alimenti. Quali sono i punti e gli utensili più sporchi in cucina per i germi? Per avere una cucina più sana in ogni senso della parola ed evitare infezioni di origine alimentare, ecco un elenco di questi elementi che dovresti conoscere.

I posti più sporchi in cucina

La cucina, un ambiente favorevole alla proliferazione di germi

Molti luoghi e oggetti della cucina entrano in costante contatto con il cibo, che si tratti di prepararlo, tagliarlo, cucinarlo o conservarlo. Se sono puliti male o per niente, favoriscono la moltiplicazione di germi, alcuni dei quali sono pericolosi per la salute. È il caso, ad esempio, della salmonella, o dei batteri Escheria Coli e Listeria, che provocano infezioni gastriche e / o intestinali. Pertanto, è essenziale identificare gli oggetti più sporchi in cucina.

Il tagliere

Dopo un po 'di tempo sui taglieri di legno si formano microfessure o graffi più grandi. I residui di cibo vi si depositano e un semplice lavaggio non può sempre rimuoverli. Questi materiali organici - in particolare i residui di carne cruda - promuovono il proliferazione di batteri. Questo rende il tagliere un nido di germi, tra i luoghi e gli utensili più sporchi della cucina. Per evitare la contaminazione con germi, si consiglia di utilizzare un tagliere di plastica piuttosto che uno di legno. Tuttavia, una pulizia e una disinfezione regolari possono ridurre le incrostazioni di cibo e quindi i batteri. A tale scopo disinfettanti e detergenti ecologici a base di aceto sono molto efficaci per sanificare un tagliere in legno.

I cestini per verdure e carne del frigorifero

Il frigorifero fornisce un ambiente favorevole sviluppo di batteri e microbi in cucina. Salmonella ed escheria coli, tra gli altri, amano crescere nei contenitori della carne e delle verdure. Per prevenire la contaminazione, è essenziale una pulizia e una disinfezione regolari. Ancora una volta, l'aceto bianco è un'ottima alternativa ai detersivi. Tuttavia, non è sufficiente pulire semplicemente i contenitori del cibo. Ogni scomparto e ogni angolo del dispositivo devono essere trattati. Inoltre, è importante rimuovere tutte le forme di umidità, poiché provoca la comparsa di muffa, altrettanto dannoso per la salute.

La guarnizione della porta del frigorifero

Questa parte del frigorifero è esposta allo sporco durante le frequenti aperture e chiusure. Si consiglia di pulire la guarnizione contemporaneamente all'interno dell'apparecchio. Non esitate a strofinare la superficie su cui aderisce il sigillo.

Il lavello, da pulire molto regolarmente

Servire per lava i piatti e quando si puliscono gli alimenti, il lavandino concentra un gran numero di batteri. Il lavaggio con detersivo per piatti non è sufficiente per uccidere i germi che vi possono annidarsi. Per superarlo, la soluzione migliore consiste nel disinfettarlo privilegiando se possibile il prodotti ecologici come l'aceto bianco.

Spugne da cucina

In costante contatto con lo sporco, le spugne da cucina ospitano milioni di batteri, sebbene la maggior parte di essi sia innocua. Quindi non è sufficiente farli scorrere in acqua saponosa. Una puliziacandeggiare diluito deve essere eseguito regolarmente. Ovviamente è consigliabile cambiarli il più spesso possibile.

Pulisci gli strofinacci

Sono spesso utilizzati durante la preparazione dei piatti. Gli strofinacci sono, quindi, reali nidi di batteri. Pertanto, è necessario sostituirli frequentemente e trattarli con candeggina.

Maniglie

Frigoriferi, forni, armadi, le maniglie di questi elettrodomestici e gli oggetti di uso quotidiano sono tutti nidi per i batteri in cucina. Anche se apparentemente non sono sporchi, è fondamentale disinfettarli. In alternativa a salviettine disinfettanti, è possibile utilizzare un file disinfettante fatto in casa a base di aceto bianco.

Il mixer

Utilizzare dopo l'uso, residui di cibo può rimanere incastrato nel frullatore, ma soprattutto sulla guarnizione del coperchio. Questi residui non vengono sistematicamente rimossi con un semplice lavaggio. Per una pulizia accurata è necessario disinfettare tutti gli elementi del frullatore, tranne la parte fissa o quella che ospita il motore.

Scatole per conservare il cibo

Che si tratti di vetro o metallo, i contenitori sono dotati di guarnizioni. Questi favoriscono lo sviluppo dei batteri, così come lo è la fessura in cui sono collocati sulla scatola del cibo. Devono quindi essere rimossi e poi disinfettati dopo un passaggio alacqua insaponata, privilegiando sempre metodi naturali. Non dimenticare di trattare anche la divisione.

L'apribottiglie e l'apriscatole

Essere parte di strumenti di cottura più frequentemente utilizzati, l'apribottiglie e l'apriscatole entrano in contatto con gli alimenti. Eppure molti dimenticano di pulirli dopo ogni utilizzo. Sbaglio ! Possono concentrare rapidamente un gran numero di germi. Per essere al sicuro, anche loro dovrebbero passare a lavastoviglie ed essere disinfettato regolarmente.

Spatole in legno e gomma

Caratterizzato da piccole fessure, il spatole di legno, ma anche di gomma, possono trattenere frammenti di cibo spesso invisibili ad occhio nudo. Pertanto, devono essere lavati accuratamente e disinfettati dopo aver attraversato l'acqua calda.

Il produttore di cubetti di ghiaccio: da pulire regolarmente

Contrariamente alla credenza popolare, alcuni batteri piacciono anche le basse temperature. Pertanto, i vassoi per cubetti di ghiaccio sono luoghi potenzialmente infestati da germi. Devono quindi essere puliti regolarmente.

La fontana d'acqua

Spesso incorporato nel frigorifero, l'erogatore dell'acqua può diventare anche uno dei luoghi più infettati dai germi. Per evitare la contaminazione, disinfezione regolare del refrigeratore d'acqua è consigliato.

Forni

Avanzi di cibo o tracce di olio spesso macchiano l'interno del fornello o del forno a microonde. Se questi residui non vengono puliti, contribuiscono anche alla moltiplicazione dei microbi. Oltre alla semplice pulizia, a sgrassaggio all'aceto bianco allo stesso tempo permette di purificare le superfici interne del forno. Questo può essere fatto dopo ogni sessione di cucina.

Borse per la spesa biodegradabili

Riutilizzabili più volte, le borse della spesa biodegradabili sono anche uno degli accessori più sporchi in cucina. Posizionati a terra o inseriti nel bagagliaio dell'auto, sono delle vere e proprie calamite sporco. Dovrebbero quindi essere puliti regolarmente per evitare di sporcare gli alimenti. Per fare questo basta metterli in lavatrice, idealmente con il resto della biancheria da cucina.

Pulisci il rubinetto del lavandino

Spesso bagnato, il rubinetto del lavandino può anche ospitare microbie si collocano tra i luoghi e gli utensili più sporchi della cucina. Il rischio è ancora maggiore se l'estremità del rubinetto viene spesso toccata dal cibo durante il risciacquo. Oltre alla disincrostazione all'aceto, si consiglia anche la disinfezione con questo stesso prodotto ecologico.