Interessante

Come scegliere la lavastoviglie giusta: 6 consigli

Scegliere la giusta lavastoviglie è importante per risparmiare denaro, ma anche energia. I criteri di selezione comprendono le dimensioni della macchina, la programmazione, la rumorosità, il tipo di stoccaggio delle posate o la classe energetica. Panoramica dei parametri da considerare quando si acquista una lavastoviglie.

Scegliere una lavastoviglie

I criteri da tenere in considerazione quando si acquista una lavastoviglie

Contrariamente alla credenza popolare, lavare i piatti a mano non risparmia più acqua che usare una macchina. Infatti, il lavaggio manuale consuma 5 volte più acqua rispetto all'utilizzo di una lavastoviglie.

La scelta di una lavastoviglie avviene secondo criteri ben precisi, tra cui:

  • il formato ;
  • il tipo di cestino coperto ;
  • il programmazione ;
  • il rumore ;
  • il classe energetica.

La dimensione della lavastoviglie

La dimensione della lavastoviglie dipende dallo spazio disponibile in cucina.

  • Il dimensione classica è alto 85 cm, largo 60 cm e profondo da 55 a 60 cm.
  • Il dimensione nota come "larghezza ridotta" è alto 85 cm, largo 45 cm e profondo da 55 a 60 cm.
  • UN mini lavastoviglie o la lavastoviglie a libera installazione è alta 45 cm, larga 55 cm e profonda da 50 a 55 cm.

Programmazione della lavastoviglie

Diversi modelli di lavastoviglie recenti sono dotati di programmazione automatica che ha 2 interessi:

  • la possibilità di realizzare un file partenza ritardata quando si avvia la macchina per sfruttare le ore non di punta di EDF.
  • la possibilità diadattare il tempo di lavaggio così come il consumo di acqua a livello di sporco delle posate.

Un dispositivo che offre queste opzioni consente notevole risparmio energetico. Inoltre, è importante anche scegliere il programma giusto per il lavaggio e le stoviglie desiderati.

  • Il lavaggio intensivo (Da 65 a 75 ° C) è ideale per pentole, padelle e stoviglie molto sporche.
  • Il lavaggio quotidiano (Da 50 a 55 ° C) è adatto per il lavaggio quotidiano di stoviglie moderatamente sporche.
  • Il lavaggio fragile (Da 40 a 45 ° C) è riservato alla pulizia di bicchieri e stoviglie delicate.
  • Il programma automatico (Da 55 a 65 ° C) è adatto per lavare quotidianamente stoviglie sporche ed è disponibile su alcuni modelli. Grazie ad un sensore, la macchina determina il tempo di lavaggio e la temperatura ideale in base al livello di sporco delle stoviglie.
  • Il Lavaggio rapido ti permette di fare un ciclo completo in poco tempo.
  • Il programma "ammollo freddo" permette di preparare stoviglie molto sporche per un ciclo di lavaggio ottimale.
  • Il programma vapore scioglie il grasso e scioglie lo sporco per garantire risultati impeccabili. Inoltre, la potenza del vapore disinfettare gli accessori per neonati nella macchina. Grazie a questo tipo di programma offerto su alcuni modelli si riduce il consumo di acqua e si ottimizza l'efficienza del lavaggio.

Cassetti delle posate e rumore

Le lavastoviglie odierne possono essere dotate di un cassetto coperto. Questo sistema consente di risparmiare spazio nella parte inferiore della macchina per facilitare il montaggio di pentole di grandi dimensioni. I risparmi ci sono, perché risparmiare spazio significa meno cicli di lavaggio.

I produttori attualmente offrono macchine silenziose con rumorosità ridotta che varia da 40 a 53 dB o più. Notare che una diminuzione del livello sonoro di 3 dB consente di dividere l'intensità del rumore per 2. Abbassare il livello sonoro di 13 dB equivale a dividere l'intensità del rumore per 20.

Le classi energetiche delle lavastoviglie

Conoscere la classe energetica di un elettrodomestico ti permette di fare la tua scelta in base ad essa e risparmiare sulla bolletta energetica. Le macchine che consumano più energia sono classificate D, mentre quelle che consumano meno sono classificate A +++. La scelta avrà un impatto a lungo termine sui costi energetici.

Per i piatti fatti a mano:

  • il consumo di corrente è lo stesso di una lavastoviglie, perché lo scaldabagno consuma energia;
  • il consumo di acqua è 5 volte superiore a quello di una lavastoviglie con una media di 12 litri per una macchina e 60 litri per il lavaggio manuale.

Una macchina di classe A + genera 54,33 euro di spese annuali con:

  • un consumo di energia elettrica di 43,35 euro / anno (289 kWh / anno x 0,15 euro / kWh);
  • consumo di acqua di 10,98 euro / anno (3.920 litri / anno x 0,0028 euro / litro).

Una lavastoviglie di classe A +++ genera una spesa annua di 42,61 euro con:

  • consumo di energia elettrica di 35,55 euro / anno (237 kWh / anno x 0,15 euro / kWh);
  • consumo di acqua di 7,06 euro / anno (2.520 litri / anno x 0,0028 euro / litro).

Una lavastoviglie vive 10 anni, o anche di più se sottoposto a regolare manutenzione (pulizia del filtro e calcare). La differenza nei costi di consumo energetico tra macchine di classe A + e A +++ ammonta a 11,72 euro, ovvero 117 euro in 10 anni. La differenza nei costi di consumo tra una macchina di classe A +++ e il lavaggio manuale è di 35,3 euro / anno, ovvero 353 euro in 10 anni. In linea di principio, i consumi di elettricità e acqua sono indicati nelle schede prodotto dei siti di vendita online. È sufficiente modificare i valori nel calcolo per confrontare il prezzo di acquisto e quello del consumo futuro.

Tipi di lavastoviglie

Sono disponibili in commercio lavastoviglie adatte a cucine e angoli cottura di grandi dimensioni.

  • La lavastoviglie integrata

UN lavastoviglie integrata è spesso costoso. Viene installato in una nicchia alta da 81 a 87 cm e può essere decorato con un frontale in tinta con i mobili della cucina. Alcuni produttori offrono riferimenti con un'altezza di installazione da 85 a 90 cm. Questa macchina è perfetta per chi ha una cucina completamente attrezzata.

  • La lavastoviglie a libera installazione

UN lavastoviglie freestanding ha una porta coperta e un pannello di controllo sulla parte anteriore. Il coperchio superiore della macchina può essere rimosso per aumentare l'altezza e facilitare il posizionamento sotto un piano di lavoro. È perfetto per chi non dispone di una cucina completamente attrezzata. Questa macchina è veloce e facile da configurare.

  • La lavastoviglie compatta

UN lavastoviglie compatta Può essere installato su un altro elettrodomestico o su un piano di lavoro. Offre una capienza da 4 a 6 coperti ed è alta e profonda 45 cm. Per una maggiore discrezione e per liberare il piano di lavoro, può essere nascosto in una nicchia.

I prezzi delle macchine freestanding vanno dai 250 ai 1.200 euro. Quelli dei modelli da incasso vanno dai 300 ai 3.000 euro e quelli delle referenze da incasso vanno dai 300 ai 1.500 euro. I prezzi delle lavastoviglie di prima scelta per privati ​​partono da 250 euro, contro i 1.200 euro delle versioni top di gamma. I dispositivi entry-level riservati ai professionisti sono accessibili a partire da 2.000 euro e il prezzo delle versioni di fascia alta è determinato su preventivo.