Interessante

Rifiuti zero: bruciare rifiuti verdi o domestici in giardino?

Bruciare rifiuti verdi in fondo al giardino è una pratica diffusa. Tuttavia, è vietato dalla legge nella maggior parte dei dipartimenti francesi. Danneggia l'ambiente, infastidisce il vicinato e presenta un notevole rischio di incendio. Aggiornamento sulle normative in vigore, sulle conseguenze dannose e sulle alternative a questa pratica.

Brucia i rifiuti verdi

Rifiuti verdi: che cos'è?

Il rifiuti disse "Verde" sono i rifiuti vegetali a partire dal manutenzione del giardino e incidentalmente del cucinato :

  • Erba derivante dallo sfalcio del prato e dalla falciatura;
  • Foglie morte ;
  • Residui di potatura, sterpagliatura, potatura di siepi e arbusti;
  • Frutti non commestibili caduti dagli alberi;
  • Bucce di frutta e verdura;
  • Eccetera.

Bruciare rifiuti verdi in giardino: proibito dalla legge

Sotto ilArticolo 84 del Regolamento Sanitario Dipartimentale (RSD), è vietato bruciare rifiuti domestici, particolarmente rifiuti verdi, all'aperto. Questo regolamento si applica nelle città, nelle aree periurbane e rurali. È valido sia per privati ​​che per professionisti (orticoltore, paesaggista, vivaista ...).

Questo divieto ha lo scopo di combattere l'inquinamento e odore fastidioso causato dal fumo, ma anche per ridurre al minimo rischi di incendio. Infatti, la combustione all'aria aperta di rifiuti vegetali emette nell'atmosfera una grande quantità di inquinanti tossici e cancerogeni (idrocarburi policiclici aromatici, diossine, furani, ecc.). Questa pratica causa anche fastidio e conflitti di vicinato. Inoltre, rappresenta un potenziale pericolo di incendio.

Per motivi di sicurezza e salute pubblica, i dipartimenti con un'elevata concentrazione urbana, un parco naturale protetto e condizioni climatiche particolari (es: vento forte) applicano un divieto generale e permanente. L'incendio di rifiuti verdi non è inoltre autorizzato su tutto il territorio interessato alla realizzazione di azioni di riduzione delle emissioni in atmosfera di sostanze nocive.

Questo divieto si applica anche nei perimetri dei Piani di protezione dell'atmosfera (PPA), aree sensibili al deterioramento della qualità dell'aria nonché comuni con un centro di raccolta e riciclaggio.

Il legge sottolinea tuttavia un'eccezione per silvicoltori, agricoltori e giardinieri a determinate condizioni. L'autorizzazione è rilasciata dai prefetti su proposta dell'autorità sanitaria e previa consultazione con il Consiglio Dipartimentale Igiene. Per scoprire come trattare ilrifiuti verdi e per conoscere la normativa vigente si consiglia di informarsi presso il Comune.

In caso di mancato rispetto del divieto

L'incendio di rifiuti verdi nel giardino è punibile con una multa fino a € 450. I vicini hanno anche il diritto di sporgere denuncia per l'odore fastidioso. Inoltre, è possibile avvisare i servizi igienici del municipio quando una persona viola questo regolamento.

Cosa fare con i tuoi rifiuti verdi?

Sono disponibili diverse soluzioni economiche ed ecologiche di cui sbarazzarsi rifiuti verdi :

  • Portare i rifiuti domestici in un centro di riciclaggio;
  • Prepara un pacciame naturale o un compost fatto in casa con i rifiuti;
  • Allestire la raccolta differenziata dedicata ai rifiuti verdi all'interno del comune.