Interessante

Impara a prenderti cura dei tuoi pesci

Di solito è facile prendersi cura dei pesci, purché si seguano alcuni principi di base per prolungarne la durata. In effetti, questi animali hanno bisogno di essere ben nutriti e di evolversi in un ambiente pulito e sufficientemente spazioso. È inoltre necessario controllare regolarmente il loro stato di salute. I dettagli.

Prenditi cura del tuo pesce

La scelta dell'acquario

È essenziale creare un ambiente di vita adeguato per garantire una buona crescita dei pesci e aumentare la loro aspettativa di vita. Pertanto, il volume è la prima cosa da considerare quando si sceglie un acquario. Ci vorranno 35 litri di acqua per pesce. Per organizzare correttamente un file acquario, è giusto:

  • Foderare il fondo con ghiaia ben lavata;
  • Aggiungi nascondigli, luoghi di riposo e passaggi: piante naturali o artificiali, pezzi di legno, grandi pietre, ecc. ;
  • Installare una pompa se l'ossigeno è insufficiente;
  • Installare un filtro per rimuovere rifiuti e particelle di grandi dimensioni;
  • Fornire luce sufficiente: 12 ore di esposizione e 12 ore di buio.

Cibo

Si consiglia di nutrire il pesce da una a tre volte al giorno, rispettando scrupolosamente la quantità di cibo indicata. La sovralimentazione porta a problemi di salute. Inoltre, il cibo commerciale (granuli, fiocchi, patatine, pastiglie, compresse) deve essere adattato a ciascuna specie secondo la sua modalità fagica: onnivora, erbivora o carnivora. È inoltre necessario integrare la razione con larve di insetti, invertebrati acquatici e altri nutrienti.

L'intervista

La manutenzione dell'acquario è importante. L'acqua sporca o contaminata favorisce l'infestazione da malattie e parassiti. Si consiglia quindi di:

  • Rinnova un quarto dell'acqua dell'acquario ogni settimana;
  • Eseguire una pulizia completa ogni 15 giorni (è vietato l'uso del sapone);
  • Pulisci le piante di tanto in tanto;
  • Sostituire l'interno del filtro quando è sporco.

Malattie e parassiti

Le malattie dei pesci non dovrebbero essere prese alla leggera, poiché alcune di esse sono fatali. Saper riconoscerli è fondamentale per poter agire velocemente:

  • Ittioftiriosi o il malattia dei punti bianchi è più comune negli acquari. In una fase avanzata, provoca macchie grigiastre e la pelle del pesce inizia a muta. È importante trattarlo per tempo cambiando l'acqua nell'acquario, alzandone la temperatura a 30 ° C, pulendo l'acquario e utilizzando ossalato verde malachite;
  • Lesioni, lotte tra pesci, una temperatura troppo bassa e un acquario mal tenuto indeboliscono il sistema immunitario del pesce. Diventa così vulnerabile alle infezioni da lieviti. Questa malattia è causata da funghi. È caratterizzato dalla comparsa di un rivestimento biancastro sulle parti interessate, svogliatezza e perdita di appetito. Per curarlo si consiglia di rinnovare l'acqua dell'acquario, di aumentare leggermente la temperatura dell'acqua, di bagnare il pesce in acqua salata e di dargli vitamine.