Interessante

Zero sprechi: prendersi cura del proprio gatto in modo ecologico

Possedere un animale domestico come un gatto implica fare delle scelte e assumersi la responsabilità di fornirgli gli accessori e i prodotti di cui ha bisogno. In effetti, un gatto ha necessariamente un impatto sull'equilibrio ecologico del suo proprietario. Fortunatamente, con alcuni suggerimenti, è possibile ridurre l'impronta ecologica di questo animale domestico.

Prenditi cura del tuo gatto in modo ecologico

Una lettiera ecologica o artigianale per un gatto

In media, un gatto usa 33 chilogrammi di rifiuti ogni anno. Se la maggior parte lettiera commercializzata sul mercato sono molto efficienti, spesso si rivelano non riciclabili. Inoltre, possono contenere anche additivi chimici dannosi per gli animali, ma anche per la natura. Per rimediare a questo, l'ideale è optare lettiera ecologica durante l'acquisto. Alcuni sono realizzati in legno compresso, mentre altri sono realizzati con cartone o carta riciclata, lino o canapa, residui di noci, gusci, grano o mais e molti altri.

Un'alternativa ancora più ecologica è preparare il lettiera per gatti. Per farlo :

  1. Procurati dei vecchi giornali e tagliali a brandelli;
  2. Metterli a bagno in una miscela di acqua calda e detersivo per piatti biologico per ottenere una consistenza simile al porridge;
  3. Filtrare il tutto e ripetere l'operazione in acqua calda senza detersivo per risciacquare;
  4. Dopo aver nuovamente filtrato, spolverate la carta ancora umida con bicarbonato di sodio e lavorate il tutto fino ad ottenere una pasta;
  5. Strizzare il tutto il più possibile e asciugare in un angolo a mucchietti per qualche giorno.

Questa lettiera ecologica può essere prodotta in meno di un'ora e può essere utilizzata per 2-3 settimane. Per una maggiore efficienza, e soprattutto meno odore, si consiglia di spruzzare farina fossile all'interno della lettiera.

Sapere come sbarazzarsi degli escrementi di gatto

Dovresti sapere che le feci di gatto lo sono dannoso per la natura. Infatti, se scartati in modo errato, possono aumentare il numero di batteri e germi nei torrenti e nei fiumi. In effetti, le feci di gatto (o cane) possono contaminare gli animali acquatici toxoplasmosi. Si dovrebbe anche evitare di gettare le feci di gatto nella toilette. Inoltre, questi escrementi sono difficile da compostare poiché richiedono un compostaggio che sale ad alta temperatura per eliminare i batteri, cosa non facile da ottenere. Il compost a base di escrementi di gatto deve essere utilizzato solo per fiori ornamentali e in nessun caso per l'orto. L'obiettivo è evitare il rischio di contagio da parte di toxoplasmosi.

L'ideale è cosìseppellire gli escrementi gatto dopo averli messi in un sacchetto di plastica o biodegradabile.

Ricicla i peli di gatto

A differenza degli escrementi di gatto, i suoi capelli possono facilmente unirsi ai rifiuti organici servire come compost. È anche possibile lasciarli in punti strategici del giardino, in particolare dove tendono a venire gli uccelli, in modo che questi ultimi li possano utilizzare per fare i loro nidi. Alcune aziende possono persino raccoglierle per fare la lana.

Difendi la biodiversità dagli attacchi dei gatti

Oltre a ratti e altri parassiti, i gatti predano anche un numero incredibile di piccoli animali, per citare solo uccelli, lucertole, toporagni e serpenti. Anche se ben nutriti, i gatti non resistono istinto di caccia. A livello globale, questi crimini rappresentano miliardi di piccoli animali uccisi ogni anno. Per rimediare a questo, sono possibili alcuni accorgimenti come mettere un campanello su un gatto per avvertire gli uccelli o scoprire aree frequentate dalle lucertole.

Fai sterilizzare il tuo gatto

Il fatto di sterilizzare il suo gatto è un atto responsabile. Infatti, questo intervento ne impedisce la proliferazione all'aperto, il che ridurrà il suo impatto sulla popolazione di uccelli e in particolare sull'inquinamento dei corsi d'acqua. Far sterilizzare il tuo gatto significa anche evitare il rischio di accogliere una cucciolata indesiderata che finirà sicuramente in un rifugio sovraffollato e rischierà l'eutanasia. Altrimenti, sarà necessario assumere questo nuovo scopo.

Cura naturale per il gatto

La maggior parte dei prodotti che si prendono cura dei gatti che vengono commercializzati sul mercato non fanno bene al pianeta. Ad esempio, lozioni antiparassitarie o spray per gatti sono generalmente composti da dicloros, fosmet o cloropirifos, che sono tutti dannosi per la salute. Usa i prodotti naturale e biologico è preferibile Ad esempio, per prevenire la comparsa di parassiti su un gatto, in particolare zecche e pulci, è sufficiente spruzzare un infuso di lavanda e rosmarino su tutto il corpo tranne la testa. Anche farina fossile, lievito di birra, aceto di mele o persino limone sono repellenti perfetti.

Per il farina fossile, basta cospargerlo nei luoghi dove abitualmente il gatto si stabilisce e dove dorme, ma anche sui suoi capelli circa ogni 5 giorni.

Ecco una ricetta molto efficace per condire le pulci di gatto:

Primo stadio :

  1. Riscaldare 50 cl di aceto bianco (cristallo) fino a tremare;
  2. Aggiungere una tazza di fiori di lavanda secchi e scaldare il tutto coperto per 5 minuti;
  3. Togliete il composto dal fuoco e versate il tutto in un barattolo senza filtrare;
  4. Lasciate macerare la soluzione a temperatura ambiente per 2 settimane, assicurandovi che le foglie di lavanda siano ben sommerse;
  5. Quindi filtrare la soluzione attraverso un colino molto fine prima di imbottigliare e mettere da parte.

Secondo passo :

  1. Mescolare 20 ml della soluzione con la stessa quantità di olio di neem e 1 ml di base da bagno neutra in un flacone spray;
  2. Mescola energicamente il composto;
  3. Spruzzare la soluzione sul pelo del gatto o versarla sul palmo della mano per massaggiare il gatto e far penetrare bene il prodotto.

Questa soluzione può essere applicata ogni 15 giorni in caso di infezione da parassiti e ogni mese per prevenzione.

Per il bagno, anche se il gatto non ne va matto, piccolo risciacquare con acqua tiepida dovrebbe essere sufficiente quando è sporco o ha un cattivo odore. Se il cattivo odore è persistente, sarà necessario cospargere bicarbonato di sodio, attendere qualche minuto, quindi risciacquare con acqua tiepida.

Il bicarbonato di sodio può essere utilizzato anche come dentifricio per gatti.

Cibo fatto in casa per un gatto

Preparare da soli il cibo del tuo gatto evita l'acquisto di crocchette industriali. Questi ultimi sono una delle cause dell'elevata impronta di carbonio degli animali domestici. Tuttavia, quando si prepara il cibo per un gatto, è necessario rispetta le tue esigenze nutrizionali. In caso di dubbio, sarà necessario il consiglio di un veterinario per sviluppare un menu per animali domestici settimanale o mensile. L'importante è ricordare che un gatto è carnivoro e in nessun caso può diventare vegetariano o vegano.

Nel caso in cui la cottura si riveli restrittiva, ci sono anche crocchette ecologiche, come quelli a base di proteine ​​degli insetti. Altrimenti, le crocchette sciolte impediranno anche l'accumulo di rifiuti di plastica. Nel peggiore dei casi, l'ideale è scegliere crocchette eco-compatibili con imballaggi riciclabili.