Interessante

Centri risorse: a cosa servono?

Nato dalla volontà di ridurre gli sprechi e limitare il nostro impatto quotidiano sulle risorse naturali, il centro risorse è una struttura frutto di una nuova economia circolare. Come centri di riciclaggio o centri di raccolta rifiuti, si occupa anche della raccolta dei rifiuti, ma non solo. Quali sono le attività di un centro risorse? Qual è il suo contributo alla salvaguardia dell'ambiente? Dove trovarlo? Concentrati sull'argomento.

Tutto sui centri di riciclaggio

Un centro risorse: che cos'è?

Un centro risorse è una struttura che si occupa di raccogliere oggetti e materiali che il loro proprietario non utilizza più. Tuttavia, a differenza di un centro di raccolta rifiuti, non si limita a immagazzinare o smaltire i rifiuti raccolti. In effetti, il centro risorse smista gli oggetti con l'obiettivo di recuperarli il più possibile ed evitare la sepoltura o l'incenerimento. La sua ragion d'essere è proprio quello ridurre la produzione di rifiuti attraverso il riutilizzo o il riutilizzo. In questo senso si tratta di una struttura complementare al centro di raccolta rifiuti. I centri risorse raccolgono i prodotti che sottraggono ai singoli e ai diversi attori economici, ma anche direttamente dai centri di raccolta dei rifiuti.

Inoltre, il centro risorse si occupa anche di riciclare gli articoli che non possono essere riutilizzati o riutilizzati. Pertanto, è più vicino a un centro di riciclaggio. Tuttavia, non si limita al solo riciclaggio. In effetti, le attività di un centro risorse sono diverse e vanno oltre il semplice smistamento di oggetti che possono essere riciclati.

Quali sono le attività di un centro risorse?

Il centro risorse è un attore dell'economia solidale. In questo senso, le sue attività possono essere riassunte nelle 3 R: Riduzione (dei rifiuti), Riuso e Riuso. Serve quindi come strumento per l'ecologia nelle aree urbane e per questo scopo, riguarda varie attività:

  • Collezione. Il centro Risorse Questo si occupa principalmente del recupero di oggetti e prodotti inutilizzati. Per fare questo può raccogliere da privati, ricevere donazioni o anche con l'aiuto di comunità, raccogliere oggetti ingombranti, inoltre può anche raccogliere oggetti invenduti da attori economici. Anche quest'ultima fonte di raccolta dovrebbe essere rafforzata, perché in base alla legge anti-spreco, ai produttori è vietato distruggere i loro articoli non alimentari invenduti. D'ora in poi, dovranno riciclarli da soli o darli a centri di risorse o altre associazioni.
  • Rivalutazione. Una volta raccolti, i prodotti vengono smistati e poi lavorati (puliti, riparati o deviati dal loro utilizzo). Quelli che possono essere riparati vengono riparati e poi venduti direttamente per il riutilizzo. Chi invece non può sarà utilizzato per raccogliere i pezzi di ricambio. Alcuni oggetti, poi, possono essere oggetto di personalizzazione o restyling in un'ottica di riutilizzo, cioè in una funzione diversa da quella per cui sono stati destinati. Infine, gli articoli che non possono essere riutilizzati o riparati vengono inviati ai canali di riciclaggio.
  • Rivendita nei mercatini delle pulci o nei negozi di solidarietà. Al termine della filiera di trasformazione e / o riparazione, i prodotti raccolti vengono rivenduti ad un prezzo simbolico al fine di finanziare parzialmente le attività della struttura. Entro il 2021, tuttavia, con l'applicazione del legge anti-spreco, I centri risorse francesi potranno beneficiare dei finanziamenti del fondo per il reimpiego.

Consapevolezza: il contributo dei centri risorse per una società più rispettosa dell'ambiente

Oltre alle attività di raccolta e trattamento di cui sono responsabili, svolgono anche i centri risorse sensibilizzazione pubblico. Queste attività di sensibilizzazione mirano a rendere tutti consapevoli degli impatti dannosi che la società dei consumi ha sull'ambiente. Mirano a rendere ogni cittadino consapevole dell'importanza di ridurre gli sprechi e promuovere il riutilizzo o la riparazione, piuttosto che soccombere sempre a nuovi acquisti, insomma rivedere le proprie abitudini di consumo. A tal fine, alcuni associazioni di risorse collaborare con artisti per organizzare laboratori per il riciclaggio dei rifiuti attraverso il diversivo artistico. In tal modo, creano un ambiente divertente e amichevole informando il pubblico delle conseguenze dannose della sovrapproduzione di rifiuti.

Inoltre, i centri risorse possono anche organizzare seminari di sensibilizzazione durante i festival o le celebrazioni di quartiere o persino organizzare eventi nei centri o nelle scuole.

Centri risorse: attori chiave nella salvaguardia dell'ambiente e nell'economia solidale

La Francia produce in media 5 tonnellate all'anno di rifiuti per abitante. In parallelo, 630 milioni di euro di nuovi prodotti inutilizzati vengono distrutti ogni anno comprese tra 10.000 e 20.000 t di prodotti tessili. Per non parlare del costo che la distruzione di questi “rifiuti” impone al bilancio della comunità, il loro seppellimento o il loro incenerimento sono una fonte significativa di inquinamento. Pertanto, grazie alle loro azioni volte al riutilizzo o al riutilizzo di oggetti inutilizzati, i centri risorse aiutano a prolungare la loro durata di vita. In tal modo, i prodotti saranno qualificati come rifiuti molto più tardi. Di conseguenza, non solo alcuni rifiuti diventano effettivamente nuove risorse, ma, inoltre, molto meno prodotto finisce per essere incenerito o messo in discarica.

Inoltre, i centri risorse creano posti di lavoro sostenibili durante la promozione occupazione locale grazie alle loro officine di aggiornamento e riparazione.

Inoltre, grazie alla rivendita dei prodotti trasformati tramite negozi solidali, queste nuove tipologie di strutture consentono alle persone bisognose di avere accesso a prodotti di qualità a prezzi contenuti. Infatti, offrono prodotti deviati, prodotti di seconda mano e prodotti progettati da pezzi di ricambio recuperati. I centri risorse sono quindi sia attori, ma anche strumenti di l'economia circolare e solidale.

Dove puoi trovare centri risorse vicino a te?

Nonostante la quasi novità del concetto, i centri di risorse sono stati istituiti quasi ovunque in Francia. In effetti, l'elenco degli indirizzi dei centri risorse e dei centri di riciclaggio è in continua espansione. È possibile trovare indirizzi di centri risorse in diverse regioni della Francia:

  • Aisne: La Ressourcerie, 8 Avenue de Château-Thierry;
  • Parigi: La Rockette Père Lachaise, 125, rue du Chemin Vert o La Rockette Montgallet, 41 rue Jacques Hillairet, 75012;
  • Haute-Saône: La Ressourcerie Res'urgence;
  • Eccetera.

Navigando nella directory o effettuando ricerche su Internet, è facile trovare l'indirizzo di un negozio di risorse vicino a te. Alcune grandi regioni possono effettivamente avere diversi stabilimenti. Troverai sicuramente facilmente un centro di riciclaggio per riportare o regalare le tue cose inutilizzate. Limita i tuoi rifiuti e partecipa a questa nuova economia, consentendo ad altri di trovare lavoro o avere accesso a prodotti a prezzi bassi.