Interessante

Rifiuti zero: piantare riciclando

La semina è una tecnica di coltivazione che prevede il posizionamento di semi o semi nel terreno, sia su una piccola area che in un campo. L'idea è di farli germogliare per ripiantarli in seguito. Questa operazione può essere facilmente eseguita in modalità zero rifiuti in uno spirito più verde e per un maggiore risparmio.

Piantine

Semi per la semina in modalità zero rifiuti

L'ideale per il garden center è ottenere sementi biologiche, riproducibili e prodotte a mano. Occorre infatti sapere che le sementi standard che provengono dai laboratori sono spesso sottoposte a vari trattamenti chimici. È quindi preferibile raccogliere i semi da soli da frutta o verdura biologica consumata o attraverso il baratto sui social network e altre comunità dedicate.

Il terreno per piantine in modalità rifiuti zero

Mentre il nuovo terreno è consigliato e appropriato per il corretto sviluppo delle piantine, è anche possibile utilizzare il terreno usato a condizione che quest'ultimo non abbia contratto funghi o parassiti durante il raccolto precedente. Questo terreno usato può essere integrato con una piccola quantità di compost o nuovo terreno che fornirà i nutrienti essenziali per il raccolto successivo.

In caso di dubbi sulla presenza di malattie fungine o parassiti, ecco come fare sterilizzare il terriccio usato :

  1. Rompere le zolle di terriccio usato e liberarle dalle radici e dai piccoli rifiuti;
  2. Esporre il terreno al sole e su una superficie piana, avendo cura di stenderlo;
  3. Coprire con un telone nero in caso di basse temperature;
  4. Lasciate riposare al sole per almeno 10 giorni.

Questo terreno utilizzato può essere riutilizzato una volta completato con il 30-50% di compost o nuovo terreno.

Un'altra tecnica consiste nel versare il terriccio utilizzato direttamente nel compost per consentire ai minerali di stimolare il lavoro dei microrganismi.

Per le piantine, ecco come creare un file substrato da terriccio riciclato :

  1. Metti il ​​terriccio usato in una pentola forata e cospargilo con acqua bollente per liberarlo da parassiti e malattie;
  2. Lasciare asciugare il terreno al sole per qualche giorno per assicurarne la sterilizzazione;
  3. Preparare un substrato per le piantine mescolando ½ parte del terreno trattato con ¼ di terriccio maturo o torba e ¼ di sabbia. Per un terreno non troppo argilloso si possono utilizzare terriccio trattato e terriccio da giardino in parti uguali;
  4. Setacciare il composto per ottenere un sottofondo fine.

Se il supporto deve essere immagazzinato, è necessario annaffiarlo molto regolarmente e mescolarlo per non renderlo idrofobo.

È anche importante non aggiungere fertilizzante nel substrato in quanto potrebbe renderlo troppo ricco e bruciare le piantine.

Per sapere se un terreno è sano, in altre parole, per testarne la fitotossicità, un piccolo trucco è far germogliare i semi di crescione. Se l'emergenza avviene dopo 7 giorni, il terreno è sano. Se non si verifica alcuna emergenza, il terreno è inutilizzabile.

Attrezzature per la semina in modalità zero rifiuti

Infatti, vari oggetti di uso quotidiano possono essere riciclati per essere utilizzati per le piantine. Alcuni esempi:

  • Gusci d'uovo come coppe per piantine

I gusci d'uovo possono servire efficacemente come supporti per piantine prima che i germogli vengano trasposti nell'orto o nell'orto. Inoltre, oltre ad essere naturali, sono ricchi di oligoelementi per le piante e di sali minerali, potassio, magnesio e calcio per il terreno. Questa tecnica è perfetta per le piante con semi piccoli, ma la soluzione migliore è ottenere gusci d'uovo biologici. Per usarli:

  1. Lavate le metà del guscio e asciugatele per evitare piccoli odori;
  2. Praticare alcuni fori sul fondo dei gusci per il drenaggio;
  3. Riempi i gusci ¾ con terriccio;
  4. Mettere i gusci in una scatola di uova per mantenerli dritti;
  5. Pianta i semi e spruzzaci sopra dell'acqua.
  • Scatole di uova come tazze per piantine

Per i cartoni delle uova, il terreno del seme può essere posizionato direttamente all'interno. Tuttavia, bisogna fare attenzione a forare il fondo delle celle per il drenaggio e riempire i cartoni delle uova con terriccio a 2 cm dal bordo. Sarà necessario un po 'di livellamento e un leggero imballaggio prima di piantare i semi e spruzzare con acqua. I cartoni delle uova si degradano perfettamente una volta nel terreno.

  • Filtri da caffè come tazze da semenzale

Il filtri da caffè biodegradabili e realizzati con fibre vegetali sono consigliati per questo suggerimento. Per farlo :

  1. Riempite ogni filtro con terriccio fino a circa 2 cm dal bordo;
  2. Installali su uno scaffale di cartone o di legno;
  3. Livellare e compattare leggermente il terriccio;
  4. Pianta i semi;
  5. Spruzzaci sopra dell'acqua.
  • Scorza di agrumi come coppe per piantine

La scorza di agrumi, che sia pompelmo, arancia o limone, può essere utilizzata anche come coppette per piantine. L'ideale è usare scorza di agrumi bio evitare i pesticidi. Oltre ad essere ricche di sali minerali e molti altri nutrienti, le scorze di agrumi si decompongono facilmente una volta interrate. Per la preparazione:

  1. Scavare l'interno della scorza fino a raggiungere la corteccia;
  2. Fai delle incisioni nella buccia per il drenaggio;
  3. Riempi la scorza per tre quarti con terriccio;
  4. Installa il seme all'interno;
  5. Spruzzaci sopra dell'acqua.
  • Bottiglie di plastica come campanello o miniserre

Alcune piante delicate, in particolare il piante tropicali, richiedono calore e umidità per germogliare e iniziare la loro vita. Le bottiglie di plastica possono quindi fungere da campane o mini-serre per queste piante. Per farlo :

  1. Taglia a metà le bottiglie di plastica;
  2. Installa la metà superiore su piante, vasi o secchi;
  3. La parte inferiore può essere utilizzata anche come secchio una volta forato il fondo.

Si consiglia di rimuovere il tappo dalle bottiglie per consentire il passaggio dell'aria.

Allo stesso modo, il vassoi trasparenti pasticcini, frutta o salumi possono essere utilizzati anche come mini-serre una volta forato il fondo.

  • Etichette per piantine in modalità di riciclaggio

Poiché le piantine sono tutte simili, è molto facile mescolarle. Quindi, è necessario applicare le etichette in vasi di piantine o secchi durante la loro preparazione. Per evitare di acquistare etichette speciali, le linguette da 10 cm realizzate con vecchie persiane di plastica, porte di margarina o yogurt o persino bastoncini di gelato in legno possono fare il trucco. Non resta che trovare una matita o una penna indelebile.