Interessante

Cosa devi sapere prima di acquistare il tuo piumone

Oltre alla rete, al materasso e ai cuscini, anche la scelta del piumino è fondamentale per godere di un sonno di qualità. Riempimento naturale o sintetico? Quale spessore? Quali dimensioni? Quali proprietà termiche? Quali condizioni di manutenzione? Concentrati sui criteri essenziali da tenere in considerazione per scegliere il piumino giusto.

Come scegliere il tuo piumone?

Scegli la misura del piumone

La dimensione di un piumone dipende dalle dimensioni del letto, dal comfort desiderato (avvolgente o regolato), ma anche dall'estetica desiderata. Tuttavia, si consiglia di scegliere una taglia più grande di quella del materasso per un miglior comfort, ovvero sporgenze da 20 a 40 cm su ogni lato del letto. Ad esempio, un piumone da 200 x 220 cm è l'ideale per un letto da 140 x 200 cm. Si noti che le dimensioni di un piumone generalmente vanno da 140 x 200 cm (letto singolo) a 240 x 260 cm (letto King Size).

Scegli il materiale di riempimento

Naturale o sintetico, il tipo di riempimento viene scelto in base al budget e alle preferenze individuali. Da considerare anche allergie, condizioni di manutenzione e praticità.

Piumini naturali

Il piumini naturali sono durevoli. Possono essere riempiti con fiocchi di lana, giù, seta o fibre di bambù :

  • Il piuma d'oca o d'anatra è morbido, leggero e resistente. I piumini sono particolarmente indicati per le persone soggette a sudorazioni notturne, in quanto hanno proprietà termoregolatrici. Tuttavia, richiedono più manutenzione rispetto ai piumini sintetici.
  • Il seta è un materiale naturale e organico al 100%. Si adatta alla temperatura corporea e fornisce un livello di calore ottimale grazie alle sue proprietà termoregolatrici. Inoltre, le fibre di seta sono naturalmente anti-acari perché sono molto fini e molto strette. Sono quindi adatti per chi soffre di allergie. Al momento dell'acquisto si consiglia di scegliere un piumino fatto a mano senza cuciture.
  • Il fibre di bambù sono naturalmente antibatterici. Assorbono completamente l'umidità ed eliminano gli odori di sudore.
  • Il ragazzo più grande ha il vantaggio di essere accogliente e leggero. Possiede inoltre ottime proprietà termoregolatrici e isolanti, nonché un'elevata capacità di assorbimento dell'umidità.

Piumini sintetici

Il piumini sintetici da parte loro sono leggeri, di facile manutenzione, ipoallergenico e meno costoso. Possono essere realizzati in poliestere, fibre cave di silicone o microfibre.

  • Il poliestere è il più economico.
  • Il fibrasilicone fornisce più comfort termico.
  • Il microfibra è accogliente, confortevole e caldo.

Scegli il piumino in base alla busta

La qualità della fodera di un piumone ne ottimizza la durata e il comfort. L'involucro, infatti, deve garantire una buona resistenza al rivestimento. Per questo, è necessario scegliere una trama fitta. La sua densità varia in base al numero di fili per cm²:

  • per un piumino naturale: è richiesta una tessitura da 120 a 150 fili / cm²;
  • per un piumino sintetico: si consiglia una tessitura di almeno 90 fili / cm².

Inoltre, il materiale della busta viene scelto in base alle esigenze e al budget:

  • cotone (biologico o no);
  • seta;
  • cotone e seta (ultra morbidi);
  • fibre di bambù (molto salutari).

Inoltre, la cucitura è essenziale per prolungare la vita del piumino e limitare perdite di calore. Permette una buona circolazione dell'aria mantenendo il rivestimento in posizione. La cucitura a scacchiera o cloisonné è consigliata per un piumino naturale. Trapuntatura La trapuntatura, invece, migliora ilisolamento termico e gonfiandolo con un piumino sintetico.

Valuta la qualità della grammatura

Il peso di una trapunta corrisponde al peso del ripieno. Può variare da 180 g / m² a 500 g / m². I piumini naturali sono notevolmente più leggeri dei piumini sintetici. È quindi ideale scegliere:

  • un piumino estivo naturale di 180 g / m²;
  • un piumino invernale naturale da 270 g / m²;
  • un piumino estivo sintetico da 200 a 250 g / m²;
  • un piumino invernale sintetico da 300 a 450 g / m².

Prendi in considerazione l'indice di calore

La scelta di un piumone dipende anche da la temperatura della stanza. Si presenta generalmente con un indice di calore compreso tra 1 e 4:

  1. piumini leggeri;
  2. trapunte temperate;
  3. piumini caldi;
  4. piumini molto caldi.

Si consiglia di scegliere piumini leggeri se la camera da letto è riscaldata. Per chi ha freddo, l'ideale è un piumone caldo, anche molto caldo. È lo stesso se la stanza non ha sistema di riscaldamento. Consigliati anche i piumini "4 stagioni". Pratici ed economici, sono costituiti da un piumino leggero per la stagione estiva e da uno più spesso per la primavera e l'autunno. Durante l'inverno, metti semplicemente i due insieme per goderti un caldo piumino.

Controlla i pretrattamenti

Le trapunte vengono prima sottoposte a vari trattamenti chimici o naturali:

  • Anti-acaro della polvere;
  • antibatterico;
  • antimicotici;
  • resistente alle macchie.

Alcuni produttori incapsulano persino trattamenti a base di oli essenziali di eucalipto, lavanda o limone nelle fibre del tessuto. Questo tipo di trattamento vuole essere efficace e privo di tossicità: senza solventi o pesticidi chimici, ipoallergenico e non irritante.

Quando cambiare il piumone?

Le case offrono attualmente un miglior comfort termico grazie a riscaldatori e diverse tecniche di isolamento. Ciò consente di mantenere lo stesso piumone durante tutto l'anno. Tuttavia, per motivi di salute e comfort, si consiglia di cambiarlo a seconda del tipo di riempimento:

  • i piumini sintetici dovrebbero essere sostituiti in media ogni 4 anni;
  • i piumini naturali devono essere cambiati ogni 5-10 anni.

Inoltre, è il momento di cambiare il piumone quando:

  • ha macchie e aloni;
  • si appanna;
  • diventa più pesante e meno caldo;
  • il suo ripieno non è più distribuito uniformemente.

La durata di un piumone varia a seconda del guscio e del materiale di riempimento, della densità, della frequenza di utilizzo e della manutenzione. In effetti, un piumone usato quotidianamente avrà una durata inferiore rispetto a uno usato occasionalmente. Allo stesso modo, una trapunta ben tenuta durerà più a lungo.

Mantieni un piumone

È essenziale scuotere e ventilare regolarmente il piumino, naturale o sintetico. Dovrebbe anche essere lavato e asciugato accuratamente. Un copripiumino adattato alla sua taglia serve anche a proteggerla. Inoltre, si consiglia di eseguire a lavatrice o lavaggio a secco due volte l'anno (in inverno e in estate) e ogni due mesi per i piumini sintetici. Per evitare inconvenienti, si consiglia vivamente di pulire il piumino da uno specialista.