Interessante

Come risparmiare sul riscaldamento?

Il riscaldamento rappresenta la maggior parte dei costi energetici. La bolletta del riscaldamento pagata dalle famiglie aumenta di anno in anno. All'improvviso, la caccia al risparmio interessa sempre più famiglie. Sono infatti da adottare azioni semplici e intelligenti per risparmiare energia riscaldando ogni stanza alla temperatura ideale. Dai un'occhiata ad alcune istruzioni.

Risparmia sul riscaldamento

Scegliere il giusto fornitore di energia

Sono diversi i professionisti che operano nel settore energetico. La scelta del fornitore di energia diventa così un mal di testa. In particolare, è necessario tenere conto delle tariffe, il costo di installazione del sistema di riscaldamento e le migliori offerte di servizi post vendita. Quindi, per trovare il giusto fornitore che offra il miglior rapporto qualità-prezzo, è consigliabile fare la concorrenza, quindi confrontare le offerte, i materiali ed i servizi offerti.

Controllare l'isolamento e selezionare le parti da riscaldare

Va notato che una casa scarsamente isolata richiede molto riscaldamento. Quasi il 20% della bolletta energetica è legato alla dispersione termica. La perdita termica può verificarsi su finestre, bovindi o porte. Queste perdite d'aria hanno un effetto considerevole sul bolletta del riscaldamento dato che rinfrescano la casa. Con l'avvicinarsi dell'inverno, è importante controllare l'isolamento. Per questo hai bisogno di:
  1. Sigillare la parte inferiore delle porte e i bordi delle finestre utilizzando del tessuto. Se necessario, installare doppi vetri per proteggersi meglio dal freddo;
  2. Verificare l'isolamento di solai e tetto. È necessario un lavoro di isolamento nel caso in cui si osservino perdite di calore a questo livello;
  3. Seleziona le stanze della casa che beneficeranno di una stufa. In effetti, è inutile riscaldare tutta la casa. È più ragionevole riscaldare solo i soggiorni come il soggiorno, il soggiorno, la cucina.
I corridoi, le camere da letto e gli uffici possono essere lasciati così come sono. Quando arriva il freddo, chiudere sempre le porte per mantenere il calore all'interno. Durante le giornate di sole in inverno, aerare la casa per 5-10 minuti al giorno, quindi chiudere le finestre e le porte per non raffreddare gli ambienti. Questa tecnica preserva il calore presente in casa o in appartamento, e non riscaldamento dei rifiuti.

Manutenzione o sostituzione delle apparecchiature di riscaldamento

Per risparmiare sul riscaldamento, cambiare attrezzatura a volte è la soluzione migliore. Anche se rappresenta un vero e proprio investimento, la sostituzione di dispositivi difettosi o obsoleti può ridurre notevolmente i consumi di riscaldamento.

  • Lo scaldabagno: è il dispositivo più utilizzato durante l'inverno. Rappresenta quasi il 10% di costi energetici nell'atrio. Tuttavia, questo dispositivo può essere sostituito da un file scalda-acqua solare. Successivamente, l'importo della bolletta del riscaldamento verrà ridotto di due, o anche tre;
  • La caldaia: deve essere revisionata almeno una volta all'anno da un installatore. Questo gesto non solo garantisce la sicurezza degli occupanti della casa, ma riduce anche il rischio di guasti riducendo il consumo di energia. Nel caso in cui la caldaia sia obsoleta, o guasta e non possa essere riparata, si consiglia di sostituirla con un modello a basso consumo. Una caldaia a condensazione tra i 4.000 e gli 8.000 euro possono generare un risparmio di oltre il 20% sulla bolletta del riscaldamento;
  • Programmazione del riscaldamento: questa tecnica non consente l'accensione permanente dei dispositivi di riscaldamento. Consiste nel riscaldamento solo quando necessario. È inoltre possibile regolare la temperatura di ogni stanza della casa installando valvole termostatiche sui radiatori. Investire in apparecchiature di regolazione o programmazione del riscaldamento riduce la bolletta del 10%;
  • Stufe elettriche: la scelta di una stufa elettrica migliora il comfort termico della casa. Dai primi mesi di utilizzo l'importo della bolletta del riscaldamento diminuirà di circa il 5%;
  • La pompa di calore: quando si acquista materiale da riscaldamento, optare per una pompa di calore può generare interessanti guadagni finanziari ed economici a lungo termine.

Abbassare la temperatura interna

Il modo migliore per ridurre bolletta energetica è di abbassare la temperatura interna. La temperatura ideale per riscaldare una casa è di 19 ° C. È valido per una casa, un alloggio o un appartamento. Mantenendo questa temperatura, la bolletta del riscaldamento non aumenterà. Come promemoria, quando la temperatura in una stanza supera i 20 ° C, un aumento di 1 ° C di calore farà aumentare la bolletta del riscaldamento di quasi il 7%. Durante il periodo invernale, evitare di aumentare la temperatura di una stanza. Molte persone tendono a farlo, soprattutto in camera da letto. Inoltre, per la salute, è meglio non avere una differenza troppo grande tra la temperatura esterna e quella interna. L'idea è quella di regolare e trovare una temperatura confortevole, per questo può essere interessante investire in un cronotermostato, un termostato connesso o altro dispositivo derivante dalla domotica, che permetterà anche una migliore gestione delle ore non di punta.

Nel caso in cui faccia un po 'freddo in casa, la soluzione migliore è indossare un maglione in più o usare una coperta spessa invece di aumentare il costo del riscaldamento. Per diffondere meglio il calore, posizionare a film isolante su ogni parete della stanza della casa, dietro il radiatore. Pertanto, il calore verrà restituito alla stanza senza riscaldare inutilmente la parete. Anche investire in pavimenti riscaldati può essere d'aiuto.

Affinché il calore sia distribuito correttamente in tutta la casa, si consiglia di non posizionare mobili davanti ai dispositivi di riscaldamento. Infatti, uno specchio davanti a un termosifone bloccherà la diffusione e causerà un consumo eccessivo di riscaldamento mentre la casa non sarà ben riscaldata. Logicamente, non dovresti mai mettere un oggetto su un radiatore.

Migliora l'efficienza dei radiatori

Tra riscaldatori elettrici e radiatori in ghisa, non tutti sono ugualmente efficienti. In tutti i casi, un radiatore in buone condizioni è un dispositivo che riscalderà una casa senza consumare troppa energia. Nel tempo, però, l'aria nei tubi tende a trattenere il calore. La polvere si depositerà quindi nei condotti. Un radiatore non spurgato si riscalda facilmente e diventa molto rumoroso oltre a produrre rumori sibilanti dannosi. Pertanto, prima dell'inverno, è necessario pulire il radiatoreper garantire la loro longevità e ottimizzare il loro potere calorifico. La manutenzione di un radiatore deve essere eseguita annualmente. Può essere fatto da solo o chiamando uno specialista. Una volta terminata la manutenzione, la bolletta del riscaldamento nel corso dell'anno sarà ridotta tra l'8% e il 12%.

  • Per un riscaldatore elettrico, si consiglia di rimuovere la polvere solo durante la pulizia. Insistere sulle griglie del convettore per rimuovere la polvere che può entrare nell'apparecchio;
  • Per uno scaldabagno, scollegare l'unità e rimuovere i tubi. L'operazione consiste nella pulizia dell'interno dei tubi e successivamente nell'asciugatura. Reinstallare i tubi e riavviare il radiatore. Il calore sarà distribuito meglio senza consumare troppa energia.

Eseguire l'isolamento

Per ottenere risparmi termici, si consiglia di isolare termicamente i tubi, questo è il tecnica di isolamento termico. Questa operazione consiste nell'isolare le tubazioni che trasportano l'acqua calda. Infatti, lo spreco di energia passa anche attraverso i tubi dell'acqua e del riscaldamento. In questo caso perdita di calore può arrivare fino al 20%, il che aumenta automaticamente il conto. Per ovviare a questo problema, si consiglia di coprire i tubi con isolamento.