Interessante

Come conservare correttamente gli alimenti: consigli di base

Saper conservare gli alimenti è fondamentale, sia nell'aria, in dispensa, in frigorifero o nel congelatore. Secondo l'OMS o l'Organizzazione mondiale della sanità, 2 milioni di decessi all'anno sono causati da alimenti antigienici. Ecco alcuni suggerimenti per evitare l'avvelenamento e semplici consigli per conservare il cibo.

Suggerimenti per conservare correttamente il cibo

Cosa tenere in frigo?

Il celle frigorifere è il metodo più utilizzato per la maggior parte degli alimenti, in quanto lo consente distruggere germi e batteri. Alcuni, come la Listeria monocytogenes, prosperano anche fino a -2 ° C. Si consiglia quindi vivamente di non superare i 4 ° C nella parte fredda del frigorifero dove vengono conservati il ​​pesce e le carni, i 6 ° C nella parte fredda dove si conservano le composte e le insalate in bustine, e gli 8 a 10 ° C nella verdura cassetto. Si consiglia infatti di posizionare un tovagliolo di carta e sostituirlo regolarmente nel cassetto della verdura per assorbire l'umidità. La regola di base è che devi tenere i cibi cotti e pronti da mangiare separati dai cibi crudi, come le verdure e le carni. In ogni caso, il cibo non deve essere messo a nudo, anche all'interno del frigorifero. Non dimenticare neanche di farlo controlla il DLC o la data di scadenza, anche se il cibo rimane fresco. Questa precauzione è particolarmente importante per il cibo animale fresco che è un vero toccasana per i microrganismi. Solo alcuni alimenti hanno diritto a una piccola indennità di una o due settimane, come yogurt, creme a base di latte e fiocchi di latte. La panna pastorizzata e il prosciutto cotto, invece, vanno consumati entro e non oltre 48 ore dalla data indicata, purché non ancora aperti. D'altra parte, carne macinata, pesce crudo e rillettes dovrebbero essere consumati entro la scadenza, al più tardi, al fine di evitare ogni rischio di listeriosi e contaminazione da salmonella o stafilococco aureo. Inoltre, un alimento avente un colore e / o un odore strano non deve essere consumato, anche se la data di scadenza non è stata superata. Idem per i prodotti la cui confezione è trafitto o gonfio.

Quali alimenti mettere nel congelatore?

Mettere alcuni alimenti nel congelatore permette soprattutto di conservarli più a lungo, circa 1 anno per le verdure ad esempio. Devi solo selezionarli, pulirli bene e asciugarli. Tuttavia, ogni alimento richiede una preparazione diversa prima del congelamento:
  • I frutti dovrebbero essere snocciolato, quindi mettere in una teglia di alluminio o in un sacchetto per congelatore. Anche i semi dovrebbero essere rimossi;
  • Le verdure vengono spesso sbollentate prima del congelamento per una migliore conservazione;
  • Alcuni tipi di frutta e verdura, come pomodori, cetrioli e zucchine, devono essere cotti in anticipo, poiché possono fare molta acqua una volta scongelati;
  • Pesce e carne possono essere congelati così come sono;
  • Le erbe vanno ricoperte di olio d'oliva e conservate in una vaschetta per il ghiaccio in modo che formino dei cubetti.
In ogni caso, è più intelligente usare un file sacchetto per congelatore ermetico dove si possono citare il giorno di congelamento, il numero di porzioni e il nome del prodotto. Inoltre, non è senza sapere che un alimento scongelato deve essere consumato rapidamente e non può più essere ricongelato. Infatti, una volta interrotta la catena del freddo, il rischio di sviluppo di batteri è maggiore. Infine, devi sempre pensare raffreddare i cibi cotti prima di congelarli.

Usa contenitori ermetici

Alcuni alimenti necessitano di essere protetti dall'umidità e dal freddo, da qui l'uso di scatole di immagazzinaggio ermetiche. È il caso, ad esempio, di riso, pasta, limone e torte. Un budino, una torta allo yogurt o anche una cheesecake possono conservare il loro sapore se messi in una scatola con una mela fresca. Per quanto riguarda il limone, basta lavorarlo, quindi conservarlo in una bottiglia ermetica.
  1. Devi iniziare perforando la corteccia con uno stuzzicadenti;
  2. Raccogli il succo schiacciandolo;
  3. Riempi il buco con un fiammifero o uno stuzzicadenti una volta ottenuta la quantità di succo necessaria.
Alcune verdure, come bietole, cardi e fagiolini, tuttavia, devono essere sbollentate. Basta immergerli nel fileacqua bollente salata per 5 minuti e raffreddarli sotto l'acqua fredda per preservarne il colore prima di inscatolarli. Il vaso è sia igienico che intelligente, perché non solo sterilizza il cibo distruggendo i microrganismi, ma risolve anche i problemi se il tempo o l'ispirazione mancano. Il trasformazione in composta e marmellata è anche una soluzione ideale per conservare la frutta. Che il cibo sia grande o piccolo, affettato o tagliato a dadini, messo in una scatola di plastica o di vetro, basta fare spazio in un armadio e il gioco è fatto.

Evita le intossicazioni alimentari

Sono necessarie misure preventive e norme igieniche in tutte le fasi del consumo di frutta, verdura e altro.
  • Cose semplici come lavarsi le mani prima di preparare un ingrediente per il barattolo o al freddo, prendere un ingrediente dal frigorifero o dal congelatore e cucinare sono essenziali.
  • Durante la preparazione di un piatto, si consiglia vivamente di lavarsi le mani regolarmente.
  • Oltre a cucinare su una superficie pulita, è essenziale lavare frutta, verdura e utensili Usato. Questo aiuta a prevenire la contaminazione incrociata.
  • Controlla sempre le date di scadenza dei prodotti, non appena vengono acquistati.
  • Non dobbiamo dimenticarlo seguire le istruzioni di cottura della carne. Un petto d'anatra può, ad esempio, essere mangiato rosato mentre il maiale richiede una cottura più lunga.
  • Pulisci il frigorifero e lo smistamento nell'armadio sono anche attività regolari. Se necessario, disinfettare in questa occasione.
  • Infine, si consiglia di disinfettare mensilmente le spugne con aceto bianco per prevenire la diffusione di germi che vi si insediano secondo dopo secondo. Meglio ancora, è consigliabile sostituirli regolarmente.